“Vergognosa la gestione dei vaccini Covid in Abruzzo”: l’on. Pezzopane invia un’interrogazione al Ministro della Salute

Abruzzo – “Quali sono i motivi legati ai ritardi registrati in Abruzzo rispetto alle altre Regioni e Province autonome italiane nel completamento del primo ciclo di vaccinazione (una dose), per gli ultraottantenni, le persone fragili ed i soggetti con età 70-79 anni? Quali azioni intende mettere in campo perché la Regione recuperi il ritardo accumulato con l’obiettivo di ridurre il rischio di letalità correlato al Covid-19? Tutti i soggetti inseriti nella categoria ‘Altro’ avevano titolo ad essere vaccinati?

Questi sono i principali quesiti elencati in una mia interrogazione presentata oggi al ministro della Sanità, Roberto Speranza, per denunciare la scandalosa campagna di vaccinazione portata avanti dal presidente Marco Marsilio”.

I dai dati forniti dal Report vaccini anti Covid-19 della presidenza del Consiglio dei Ministri aggiornati al 26 aprile 2021, su un totale di 389.456 dosi somministrate, indicano che 7.171 di queste, pari al 1,84% del totale, sono state inserite nella categoria ‘Altro’.

Quindi, non ricadenti nelle altre categorie prioritarie individuate quali: Over 80, soggetti fragili e caregiver, operatori sanitari e sociosanitari, personale non sanitario impiegato in strutture sanitarie e in attività lavorativa a rischio, ospiti strutture residenziali, fascia 70 – 79, fascia 60 – 69, personale scolastico e comparto Difesa e Sicurezza”.

La voce ‘Altro’ , a svantaggio di fragili ed anziani è scandalosa, come evidenziato anche dallo stesso generale Francesco Paolo Figliuolo, commissario straordinario per l’emergenza Covid, nella sua visita in Abruzzo. E’ un’offesa ai tanti medici, al personale sanitario e ai volontari che stanno dando l’anima per portare avanti la campagna vaccinale.

Tra l’altro la Provincia dell’Aquila ha avuto un numero inferiore di vaccini di altre province, nonostante, insieme a Chieti, sia la più estesa, la più popolosa e col maggior numero di anziani. Purtroppo i fragili e gli anziani sono stati sacrificati sull’altare delle logiche politiche e clientelari della Giunta Marsilio. La pratica dell’‘altrismo’ sui vaccini, perseguita in Abruzzo, è vergognosa”.

Fonte: Stefania Pezzopane