Una gita virtuale in Salento per gli alunni della scuola Iqbal Masih di San Benedetto dei Marsi

Il Sindaco D’Orazio: “E’ stata un’avventura fantastica”

San Benedetto dei Marsi – Nonostante l’emergenza sanitaria la Scuola Iqbal Masih di San Benedetto dei Marsi non rinuncia a far vivere ai propri alunni la magnifica esperienza della gita scolastica, sempre tanto attesa da tutti gli studenti.

Ovviamente però si parla di una gita virtuale che li ha “condotti” nella Regione Puglia alla scoperta delle bellezze, delle tradizioni e della cultura del territorio pugliese.

Un’esperienza diversa, fatta di immagini, immaginazioni, teoria e tanta fantasia, quella ideata e realizzata dalle insegnanti: Alessandra Marianetti, Luana Scamolla, Ilde Raglione, Capuzza Gina, Giovanna Maggi, Valentina Lepore, Mariangela Ruggeri e D’Angelo Gabriella, per i nostri alunni, che hanno dovuto indossare i panni di TURISTI VIRTUALI. E già… gli effetti del Covid hanno cambiato anche le modalità di svolgimento di quelle che, tutti noi, chiamavamo GITE SCOLASTICHE!” scrive il Sindaco di San Benedetto dei Marsi Quirino D’Orazio.

Per non rinunciare” continua il primo cittadino “ad un viaggio formativo e conoscitivo, le nostre insegnanti hanno realizzato un vero e proprio viaggio virtuale, che ha coinvolto i nostri ragazzi, che pur restando all’interno dell’edificio scolastico, hanno simulato un vero e proprio viaggio attraverso alcune bellezze della Puglia, visitando così i trulli di Alberobello, il centro della città di Taranto, il mare del Salento, scoprendo i piatti tipici del posto, come i taralli, le orecchiette pugliesi, l’olio. Hanno poi ascoltato ed imparato i passi dei balli tradizionali della pizzica e della taranta. Hanno vissuto l’esperienza del pranzo al sacco, proprio come una vera e propria gita a tutti gli effetti, per poi stanchi, affrontare il lungo viaggio di ritorno”.

Davvero un’esperienza forte, per chi era abituato a vivere le gite in altra modalità, ma di sicuro, per gli alunni delle classi 5E e 5F, è stata un’avventura fantastica. Vedere la loro curiosità durante le visite virtuali, la loro allegria durante i balli, è stato per questi alunni, come evadere da un lungo e durissimo periodo, che li ha visti adattarsi ad un nuovo modello di didattica, che a causa della pandemia, ha subito importanti stravolgimenti. Notare nei loro occhi quella felicità, che lascia senza parole, è la prova provata della riuscita di questo fantastico progetto. Da Sindaco, insieme all’Assessore alla Cultura e politiche scolastiche Erminia Raglione ed alla Preside Maria Gigli, non possiamo che esserne soddisfatti” conclude D’Orazio.