Ufficializzata la nuova Giunta, Lino Cipolloni (UDC) è il nuovo vicesindaco



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Avezzano – É stata presentata ufficialmente la nuova Giunta De Angelis. Lino Cipolloni è il nuovo vicesindaco; nuovi assessori: Leonardo Casciere; Rocco Di Micco; Chiara Colucci; Angela Salvatore; ancora da definire le deleghe, sebbene secondo le ipotesi più accreditate all’avvocato Casciere andrebbe la delega alla Sicurezza, delega alle Politiche sociali ad Angela Salvatore e quella agli Affari legali a Chiara Colucci. Riconfermati Crescenzo Presutti, assessore all’Ambiente, e Felicia Mazzocchi, assessora al Bilancio.

Sicurezza e vivibilità urbana, sociale, promozione del territorio, infrastrutture strategiche, nuovo ospedale, sviluppo economico, difesa del Tribunale, questi i punti programmatici che saranno al centro dell’azione del nuovo Governo cittadino.

“In questo Comune vi era già una maggioranza che definirei “scomposta” e che oggi dà vita alla ricomposizione e ricompattamento dell’amministrazione. Questo è avvenuto sulla scorta della forte richiesta della città e della Marsica intera, alle prese con dei nodi cruciali per il futuro del territorio. Con grande senso di responsabilità abbiamo dato vita a questa nuova maggioranza, la quale avrà, per il futuro, come “stella polare” il programma che ha sottoscritto. Questo si è reso possibile i protagonisti sono persone con cultura e storia politica, con background importanti sotto il profilo professionale e in grado di mettere tutto ciò a servizio della città”, ha detto il sindaco De Angelis, ringraziando i rappresentanti dell’UDC e i referenti dei partiti e delle componenti civiche del suo gruppo. Il Sindaco ha reso noto di aver ritirato le dimissioni e ha annunciato l’adesione, che verrà formalizzata nei prossimi giorni, a Forza Italia, ribadendo il riposizionamento netto in area centrodestra della maggioranza, che “Avrà sempre delle componenti civiche”, ha detto il sindaco De Angelis, “ma con maggiore presenza dei partiti, Forza Italia, UDC, Lega, tradizionalmente strutturati, a garanzia di una maggiore stabilità amministrativa che sarà essenziale anche per le future attività a favore del territorio. Posso affermare, visto che i voti espressi per i partiti del nostro gruppo alle amministrative rappresentano il 65% del totale, che la sentenza del Consiglio di Stato, relativamente al sostegno di una maggioranza in Consiglio ampiamente rappresentativa è stata rispettata. Siamo pronti ora alla “fase 2”,  posso dire di essere più sereno, anche se abbiamo sempre lavorato in modo intenso, perché questo era da fare”. Presenti, nella sala consiliare, il ministro MaurizioMartina, il coordinatore regionale di Forza Italia, Nazario Pagano, il consigliere regionale di FI, Emilio Iampieri.

“Ho assunto l’onere e la responsabilità di scongiurare il commissariamento, che non avremmo mai accettato perché sarebbe stata una vera catastrofe per Avezzano. Sono grato al Sindaco per la fiducia accordatami che spero di ricambiare fattivamente”, ha detto il vicesindaco Lino Cipolloni, “Ci mettiamo a disposizione, con questa squadra, per fare il bene della città, non per altri interessi”.

“Abbiamo chiesto di dichiararsi di centrodestra al Sindaco ed è stata una scelta coraggiosa”, ha sottolineato Leonardo Casciere, “Siamo passati dalla minoranza alla maggioranza perché con la premessa di un gruppo dichiaratamente di centrodestra, rafforzato, potremo lavorare sui punti che per noi sono fondamentali, sicurezza e sociale prima di tutto”.

Il nuovo corso dell’Amministrazione De Angelis, però, parte tra i veleni. Gli esponenti dell’UdC, ex appartenenti alla Coalizione Di Pangrazio, dopo giornate di grande incertezza costellate da “segnali di fumo” tra le parti e da indiscrezioni, si presentano alla Città dagli scranni della nuova maggioranza. L’accordo però lascia sul terreno vittime eccellenti, come l’ex vice sindaco Emilio Cipollone, che è stato tranciante in particolare contro il sindaco Gabriele De Angelis, al quale ha mosso accuse pesantissime: “A distanza di 9 mesi dall’insediamento dell’amministrazione De Angelis”, ha dichiarato Emilio Cipollone attraverso il quotidiano il Centro, “il sindaco pro tempore butta giù la maschera e mostra il suo vero volto. Le roboanti promesse della campagna elettorale sono sfumate alla sua prima personale esigenza, quella di restare incollato alla poltrona più alta del Palazzo di Città così tradendo i cittadini che lo avevano votato. Sono oramai un ricordo lontano le frasi di De Angelis in cui lo stesso invocava il ritorno alle urne nel caso di anatra zoppa. Sono un ricordo le frasi in cui pronunciava la sua netta contrarietà a qualsiasi forma di “mercato delle vacche”. Dopo neanche un anno si è consumato il più alto tradimento a danno degli avezzanesi. Il Sindaco De Angelis si appresta a varare una giunta che non ha nulla a che vedere con la volontà degli elettori. È venuta meno l’identità civica che era alla base del progetto politico che io per primo, unitamente ad altri, abbiamo fortemente voluto. Per queste ragioni mi sento di prendere le distanze da chi sarà per sempre marchiato di alto tradimento nei confronti degli avezzanesi. Vedremo quanto durerà questo vergognoso inciucio messo artatamente in piedi da chi è voluto restare ad ogni costo alla guida della città. Le sentenze vanno rispettate”, ha concluso, “anche quando hanno un importante effetto politico. Faccio una sola promessa alla nostra città. Da questo momento lavorerò incessantemente per restituire agli avezzanesi un sindaco degno di una città di oltre 40 mila abitanti e un consiglio comunale libero da transfughi”.

Non si esclude qualche “mal di pancia” tra i rappresentanti civici di De Angelis: “Avezzano Rinasce” aveva indicato Maria Antonietta Dominici per un assessorato, poi andato a Chiara Colucci, eletta nella stessa lista della Dominici ma con oltre 130 voti in meno della collega di coalizione. “Alcuni avevano indicato la signora Dominici, altri avevano espresso indicazione diversa”, ha detto il sindaco De Angelis interpellato al riguardo, “Il Sindaco deve poi anche fare una sintesi delle indicazioni ricevute, anche in base a quelle che sono le attività in programma”.

La nuova geografia politica a Palazzo di Città, di fatto, come ribadito dal sindaco De Angelis, archivia definitivamente quella che era stata la formulazione che lo aveva portato a conquistare la fascia di sindaco, quel civismo con cui si era presentato agli elettori, con i suoi compagni di cordata, già eclissato in buona parte dalle dichiarazioni susseguitesi alla vittoria, con Forza Italia a dichiararsi, a posteriori in verità, vincitrice sul podio. Secco il commento di Giovanni Di Pangrazio che aveva ribadito, nel tardo pomeriggio di ieri, che il suo gruppo è pronto a dare battaglia anche dalla minoranza, stigmatizzando il comportamento del Sindaco e degli ex appartenenti alla Coalizione: “Questo panorama si commenta da solo”, ha detto Di Pangrazio, “Coerentemente, come detto, saremo un’opposizione attenta e presente, e come sempre nella massima trasparenza”.

https://www.facebook.com/DeAngelisGabrielesindaco/videos/1040238869457834/




Lascia un commento