Ucciso a colpi di cacciavite, l’appello della madre


Pescasseroli – Omicidio al Gianicolo. Il dolore dei familiari, abbandonati al loro triste destino. Era il 17 febbraio 2014, quando Carlo Macro, 33 anni, originario di Pescasseroli, venne ucciso brutalmente con due colpi di cacciavite, da un senzatetto 59enne di nazionalità indiana che viveva in una roulotte.

Come riporta Il Messaggero, L’omicida sarebbe stato infastidito dal volume della musica troppo alta, proveniente dalla radio dell’automobile della vittima, che aveva fatto una piccola sosta, proprio sul luogo del crimine. Fu così, che a seguito di un diverbio, l’indiano sferrò al petto di Carlo alcuni fendenti, con un cacciavite. Oggi, sua madre, Giuliana Bramonti, rimasta anche vedova, scrive una lettera disperata, diffondendola anche sui social, nella quale chiede aiuto per continuare a sostenere le spese legali del processo, che ha visto condannare in appello l’assassino del figlio, a 14 anni di reclusione. Una sentenza contestata aspramente.

«Dopo ripetuti e inutili tentativi di ottenere da parte delle istituzioni un sostegno economico che riparasse anche alle loro responsabilità riguardo le circostanze dell’accaduto- scrive Bramonti– ho deciso, mio malgrado, di provare la via della solidarietà da parte di chiunque voglia e possa contribuire economicamente per le spese legali ancora da versare, e in particolare, da parte di tutte quelle migliaia di persone che, all’epoca del fatto, firmarono la petizione per la piantumazione di Un albero per Carlo. Nonostante il mio impegno e dell’Associazione Carlo Macro per la cultura della legalità, che rappresento, non ho ottenuto ascolto, ed ho dovuto prendere coscienza ancora una volta, che le vittime dei reati violenti, come in questo caso, non hanno alcuna attenzione da parte delle istituzioni»

Promobox

Alla Scoperta Della Scuola Di Alta Formazione 'Sapere Aude': Aperte Le Iscrizioni Per I Nuovi Corsi Di Formazione

Tanti i percorsi formativi e di aggiornamento su scala nazionale che questa scuola, da oltre 6 anni, propone ai tanti corsisti che si immergono in nuove esperienze, ampliando il loro bagaglio culturale con passione e dedizione, grazie anche al lavoro di un team altamente qualificato e specializzato, vicino alle esigenze di ognuno di loro.


Invito alla lettura

Ultim'ora

“Giornata nazionale del Sì ad Aido”: il gruppo comunale di Avezzano scende in piazza per promuovere la donazione degli organi

Avezzano – In occasione della Giornata Nazionale del Sì, promossa da Aido (Associazione Nazionale per la Donazione di Organi, tessuti e cellule), in programma domenica prossima, 2 ottobre, i volontari ...


Trofeo Coni 2022, l’Az Hockey Team di Avezzano: “L’Abruzzo siamo noi”

Avezzano – Sarà la Toscana, e precisamente il territorio della Valdichiana Senese, ad ospitare la settima  edizione del Trofeo Coni 2022, la più grande manifestazione ...

La dott.ssa Anna Cristina Meta dell’Ospedale di Tagliacozzo va in pensione, i saluti di Medicina riabilitativa: “ci mancherà molto lavorare con te”

Tagliacozzo – Il 30 settembre 2022 sarà l’ultimo giorno in cui la dottoressa Anna Cristina Meta presterà il suo servizio nel reparto di Medicina Riabilitativa ...

Notte dei ricercatori alla “D’Annunzio” di Chieti, esperimenti, convegni, talk e spettacoli

Il Campus di Chieti è pronto ad accogliere tutti i Cittadini che parteciperanno a “La Notte Europea dei Ricercatori”, organizzata dall’Università degli Studi “Gabriele d’Annunzio” ...

CNA: “Nuovo appello da imprese, cittadini e pensionati per una città sicura”

Avezzano – “Era del mese di aprile scorso il comunicato emanato dalla CNA di Avezzano in cui imprese, cittadini e pensionati iscritti all’Associazione, denunciavano in ...



Lascia un commento