Tutela della biodiversità, la Regione Abruzzo concede finanziamenti per 500mila euro



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Abruzzo – La Regione Abruzzo ha emanato un avviso pubblico per la selezione dei beneficiari dei finanziamenti per gli studi di caratterizzazione delle produzioni autoctone dell’Abruzzo, anno 2020, relativo alla “Misura 10 – Sottomisura 10.2 – Intervento 10.2.1 – Conservazione delle Risorse Genetiche Vegetali autoctone agrarie a tutela della biodiversità“. 

L’avviso si rivolge ai soggetti pubblici e privati che possono beneficiare del sostegno e che dimostrino una comprovata esperienza in tema di tutela e recupero delle varietà genetiche autoctone, nonché qualificata operativa nelle attività di analisi, di studio e di caratterizzazione del materiale genetico vegetale e per quelli a rischio di erosione genetica.

Le attività da svolgere consistono in azioni di studio di caratterizzazione morfo-fisiologica, agronomica, nutrizionale e genetico-molecolare, come risulta dall’Avviso pubblico posto sul sito della Regione Abruzzo/Agricoltura, pubblicato sul sito Internet istituzionale della Regione Abruzzo.

Le domande di sostegno devono essere compilate e inoltrate alla Regione Abruzzo, Dipartimento Agricoltura esclusivamente per via telematica utilizzando il portale SIAN (www.sian.it), come stabilito da Agea. Le domande potranno essere inoltrate a partire dal giorno 23 settembre 2021 e per un periodo di 120 giorni.

Fonte: Regione Abruzzo