Trasferimento giurisprudenza. UIM, Rodorigo “ Le navette devono essere predisposte prima dello spostamento ascoltando le esigenze degli studenti”



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Avezzano – Il vicepresidente dell’associazione studentesca Universitari In Movimento, Giuseppe Rodorigo ha dichiarato:<< Riguardo alla predisposizione di navette per gli studenti della facoltà di giurisprudenza, per quello che è dato sapere, c’è solo una proposta della SCAV ma non si sa se ci saranno i collegamenti a partire dallo spostamento>>.

Rodorigo ha continuato:<< Se così fosse, dato che l’ inaugurazione della nuova sede è stata annunciata in pompa magna dall’amministrazione comunale e dal sindaco Gabriele De Angelis per martedì prossimo, presumiamo che verremo spostati senza i collegamenti. Inoltre, non è stata ancora risolta una problematica che noi di Universitari In Movimento avevamo sollevato a marzo. Durante la nostra visita al CRUA, infatti, avevamo fatto notare all’amministrazione che lo spartitraffico di via Pertini, in corrispondenza delle strisce pedonali, non presenta una discesa, rendendo difficoltoso, se non impossibile, l’attraversamento di persone diversamente abili. C’è la necessità che questa problematica venga risolta prima dello spostamento. Lo stesso vale per i collegamenti. Se le navette non vengono predisposte prime del trasferimento sarebbe infatti una grave mancanza che metterebbe in difficoltà non solo gli studenti pendolari ma anche coloro che sono di Avezzano e hanno necessità di utilizzare tale servizio>>.

Trasferimento giurisprudenza. UIM, Rodorigo “ Le navette devono essere predisposte prima dello spostamento ascoltando le esigenze degli studenti”

Il vicepresidente di UIM ha aggiunto:<< Per evitare, inoltre, che tale mancanza si aggravi ulteriormente, noi riteniamo che gli studenti, quali utenti finali di tale servizio, debbano essere coinvolti nella definizione delle tratte e degli orari delle navette. È meglio infatti, predisporre da subito le navette nel modo più efficiente possibile piuttosto che essere costretti in seguito a fare degli aggiustamenti delle corse>>.
<<Chiediamo, pertanto, all’amministrazione di coinvolgere noi studenti perché è necessario e utile per tutti>> ha concluso Rodorigo.