Trasacco: “Lo sport per unire e sconfiggere le diversità”, la manifestazione si terrà a settembre



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Trasacco. Cambio di data per la giornata dedicata allo sport e alle persone con  disabilità. Prevista per il 3 settembre prossimo, infatti, la manifestazione dall’animo sensibile, ideata dall’associazione Anffas di Avezzano in  collaborazione con gli atleti della Plus Ultra, dipingerà nuovamente di attenzione il panorama di una normalità variegata, vissuta a tutto tondo. Ogni partecipante alla competizione amatoriale sarà affiancato da uno sportivo professionista.

‘Lo sport per unire i nostri mondi e per sconfiggere le diversità’: è questo il motto che aprirà la 15esima edizione di una competizione sportiva tutta grinta e spirito  altruista, pensata per le persone con disabilità della Marsica. La giornata di sport, organizzata da Anffas Onlus di Avezzano, guidata dalla dottoressa Domenica Di  Salvatore, avrebbe dovuto svolgersi, in realtà, il 25 giugno, ma è stata posticipata al 3 di settembre.

Dopo il successo della prima edizione, risalente a 14 anni fa, svoltasi proprio in occasione della Giornata Mondiale della Disabilità, l’allora sindaco di Trasacco Gino Fosca decise, con somma gioia, di ufficializzare concretamente la gara. I ragazzi  partecipanti sono cresciuti insieme alla manifestazione: a gareggiare infatti, a  settembre, sulla pista trasaccana, vi saranno gli stessi atleti speciali della prima  edizione. Ciascun iscritto, inoltre, verrà affiancato, in queste competizioni, come
sempre, da uno sportivo dell’associazione Plus Ultra di Trasacco, presieduta da Alvise Di Salvatore, che lo accompagnerà e lo sosterrà durante le varie attività ludiche e di formazione assieme.

Tra le discipline in programma: una gara con carrozzine sulla pista ciclabile del Comune, una staffetta, una dimostrazione di judo ed una partita di ‘torball’, ovvero la pallamano dei non vedenti che risulta essere il gioco più praticato in Italia da persone con disabilità alla vista. Il tutto si chiuderà con una simpatica gara finale in cui concorreranno anche gli operatori dell’Anffas, i volontari ed i genitori degli stessi  partecipanti.

La competizione, che si svolgerà nello stadio comunale di Trasacco, è aperta a tutti i ragazzi con disabilità della Marsica. Le iscrizioni ancora aperte segnano già circa 60​ atleti sul nastro di partenza. Le gare si svolgeranno per tutta la mattinata.  Successivamente, sarà previsto il pranzo nel Centro Anziani, in cui sarà la stessa Amministrazione ad offrire il pranzo. La Santa Messa e la premiazione di tutti gli sportivi partecipanti concluderanno, infine, la giornata di gare, anche perché, in questo contesto dalle idee elastiche e dalle vittorie rivoluzionarie, non è importante trionfare ma, davvero, partecipare.




Lascia un commento