Tornano a Capistrello gli spazzini di quartiere 



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Capistrello – Tornano a Capistrello gli spazzini di quartiere con i classici carrettini. Per la pulizia delle strade cittadine l’Amministrazione Ciciotti ripristina la figura del netturbino con tanto di carrettino al seguito, con ramazza e paletta. La loro opera andrà ad integrare quella della spazzatrice meccanica che lavorerà, comunque, con cadenza settimanale. Una decisione con cui si intende dichiarare finalmente guerra ai rifiuti gettati su strade e marciapiedi rendendo più efficaci i servizi di igiene urbana e permettendo di raggiungere quelle zone del paese difficilmente accessibili con la spazzatrice.

Nel servizio di pulitura delle strade saranno impegnati, a rotazione, 20 cittadini destinatari di altrettante borse lavoro istituite dall’Amministrazione al fine di promuovere l’inserimento o il reinserimento lavorativo delle persone in difficoltà e contrastare forme di discriminazione di ogni genere. Ai destinatari verrà corrisposto un compenso netto di 400 euro. Ogni borsa lavoro avrà una durata di 4 settimane con un impegno settimanale di 20 ore.

L’assessore alle Politiche Sociali, Angelo Stati, dichiara che “la volontà di questa Amministrazione di ripristinare la figura del netturbino nasce dall’esigenza primaria di mantenere pulite le vie cittadine e vuole  lanciare un messaggio di sensibilità verso quei cittadini indisciplinati che continuano a gettare a terra ogni genere di rifiuto, carta, cicche, bottiglie, ecc., anziché utilizzare i contenitori. Il progetto intende, inoltre, creare opportunità di occupazione per persone disimpegnate, in carico ai servizi sociali del Comune, a causa della mancanza di lavoro”.



Lascia un commento