Torna l’Ora della Terra, il Wwf Abruzzo Montano sarà a Massa d’Albe per parlare di aironi



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Massa d’Albe. Oggi, 25 marzo, dalle ore 17, presso la sala polifunzionale del Comune di Massa d’Albe, si terrà l’Assemblea annuale dei soci WWF Abruzzo Montano, per illustrare le attività svolte nel 2016 e la programmazione annuale per il 2017 a difesa dell’ambiente.

Durante l’assemblea, con la partecipazione dei sindaci di Massa d’Albe, Magliano de’ Marsi e Scurcola Marsicana, si discuterà dell’istituenda “Oasi degli Aironi”, destinata a tutelare una garzaia di grande valenza naturalistica e scientifica sorta in una cava abbandonata nel territorio di Massa d’Albe. Il progetto prevede anche la costruzione di un capanno di osservazione che permetterà di dedicarsi al birdwatching senza disturbare la cova degli aironi.

Il WWF Abruzzo Montano ringrazia per la collaborazione e l’impegno profuso nella realizzazione di questo splendido progetto l’Amministrazione comunale di Massa d’Albe, nelle persone del sindaco Giancarlo Porrini e del geom. Enzo Biancone dell’Ufficio tecnico, l’ornitologo Bruno Santucci e i soci Tiziano Collacciani ed Enrico Salucci, che stanno dando un prezioso contributo per la difesa e la valorizzazione di un territorio assediato dalle cave. Un ringraziamento va anche all’ACIAM che ha bonificato l’area – durante l’assenza autunnale degli aironi, per non arrecare loro disturbo – raccogliendo decine di tonnellate di rifiuti.

Alle 20.30 è poi in programma lo spegnimento delle luci della Piazza del Municipio di Massa d’Albe per la concomitanza con l’evento planetario Earth Hour – Ora della Terra.

L’Ora della Terra è volta a sensibilizzare l’umanità sul tema del cambiamento climatico, responsabile dei fenomeni meteorici estremi legati, a loro volta, al dissesto idrogeologico, al rischio frane, valanghe e per invitare i cittadini ad un uso intelligente della energia ed abbattere i gas serra. Le luci resteranno spente per un’ora attraverso tutti i fusi orari, dal Pacifico alle coste atlantiche, per dare vita ad uno straordinario evento globale nato a Sydney nel 2007 ed ora diffuso in tutto il mondo, dalle più grandi metropoli ai più piccoli paesi. Nella Provincia de L’Aquila quest’anno hanno aderito i comuni di Aielli, Alfedena, Anversa degli Abruzzi, Avezzano, Celano, Collarmele, Gioia dei Marsi, L’Aquila, Luco dei Marsi, Magliano de’ Marsi, Massa d’Albe, Ortona dei Marsi, Pacentro, Pescina, Rocca di Mezzo, San Benedetto dei Marsi, Scurcola Marsicana e Trasacco.

 

La foto degli aironi di Massa d’Albe è del piccolo naturalista Samuele Di Girolamo, di soli sette anni.




Lascia un commento