Tentata violenza sessuale su una ragazzina: Antidormi nei guai



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Celano – Avrebbe tentato di violentare una ragazzina di 15 anni con l’approvazione della madre. Luigi Antidormi, 33 anni di Celano, è comparso ieri mattina davanti al giudice del Tribunale di Avezzano assieme alla madre della ragazzina, accusata per non essersi opposta al tentativo di stupro.

La vicenda risale al 2009, quando la minorenne viveva in una situazione di totale disagio: secondo quanto sostenuto dall’accusa, la ragazzina era costretta dalla madre a spacciare droga e ad assistere ai rapporti sessuali che la donna intratteneva con i vari uomini.

L’episodio contestato sarebbe avvenuto a Celano, dove Antidormi avrebbe tentato di avere un rapporto sessuale con la ragazzina con la minaccia di un coltello. Il tutto davanti alla madre, che a seguito del rifiuto della figlia l’avrebbe colpita anche con un pugno facendole anche cadere un dente. Solo la fuga ha permesso alla ragazzina di salvarsi.

Finiti davanti al Giudice per l’udienza preliminare del Tribunale di Avezzano, Maria Proia, i due erano stati rinviati a giudizio per lesioni aggravate e tentata violenza sessuale ai danni di minore. L’udienza davanti al collegio, presieduto da Stefano Venturini, è stato rinviato al 13 aprile. Antidormi è rappresentato dagli avvocati Luca e Pasquale Motta, mentre la donna dall’avvocato Roberto Verdecchia.




Lascia un commento