Le rovine della sede della Banca Marsicana di Pescina distrutta dal terremoto del 1915
Le rovine della sede della Banca Marsicana di Pescina distrutta dal terremoto del 1915
Pescina – Tra le fotografie che ci permettono di conservare la memoria di quanto avvenne nella Marsica a seguito della violenta scossa di terremoto del 13 Gennaio 1915 c’è anche quella che...
Preziose maioliche della chiesa della Madonna delle Grazie di Collarmele portate a Genova: "Analizzate per capire fabbricazione e datazione"
Preziose maioliche della chiesa della Madonna delle Grazie di Collarmele portate a Genova: "Analizzate per capire fabbricazione e datazione"
Collarmele – Con l’arrivo del parere favorevole della Sovrintendenza, possiamo ufficializzare la partenza, a stretto giro, di alcuni frammenti delle maioliche della Chiesa di Madonna delle...
Castello baronale dei Colonna
Il sistema fiscale delle imposte nella Marsica vicereale dopo la peste del 1656
Lo studioso Ugo Speranza pubblicò alcuni rogiti del notaio Domenico Bucci (1658)  nei quali possiamo riscontrare la numerazione dei «fuochi» delle università di Avezzano, Collelongo, Trasacco, Luco...
Recensione del saggio "Ispettori ai monumenti e scavi nella Marsica" di Cesare Castellani nel Bullettino della Deputazione abruzzese di Storia Patria
Recensione del saggio "Ispettori ai monumenti e scavi nella Marsica" di Cesare Castellani nel Bullettino della Deputazione abruzzese di Storia Patria
Marsica – Sullo storico Bullettino della Deputazione abruzzese di Storia Patria, Annate CXII-CXIII (2021-2022), pubblicato a L’Aquila, alle pagine 269 e 270 il prof. Alessio Rotellini descrive...
fulv
Aspetti della giurisdizione delegata nella Marsica durante il viceregno spagnolo e austriaco
Non è facile svolgere un’analisi sistematica e comparata che possa aiutarci ad arricchire e precisare il giudizio, a volte ancora troppo generico, sul dominio dei Colonna nel territorio marsicano durante...
Grotta di Sant'Agata
La grotta di Sant'Agata
Una grossa cavità naturale posta sul versante acclive della Serra di Celano grotta di Sant’Agata Sopra la parte sommitale della rocca della Turris Caelani, sotto una grande sporgenza rocciosa...
bcvff
Luigi Colantoni (1843-1925), canonico, vicario capitolare e ispettore ai monumenti
Questo articolo su Luigi Colantoni segue quello interessante dell’amico Fiorenzo Amiconi apparso su Terre Marsicane lo scorso 24 dicembre 2019 e vuole essere una integrazione ed un completamento di quanto...
I banditi Marco Sciarra e Alfonso Piccolomini
Banditismo e rivolte nel territorio marsicano (1587-1592)
Il 19 aprile 1587 la popolazione di Colli di Montebove (allora solo Colli) chiese aiuto al vescovo dei Marsi perché tormentata lungamente da un gruppo di feroci banditi. A sua volta, il presule, diresse...
Cerca
Close this search box.

Teatro dei Marsi: Ottavia Piccolo una straordinaria “viaggiatrice”

Spettacolo fermato dell’artista per l’incivile uso dei cellulari in sala
Facebook
WhatsApp
Twitter
Email

NECROLOGI MARSICA

Necrologi Marsica Cristina Fiocchetta
Cristina Fiocchetta
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Carmine Chiuchiarelli
Carmine Chiuchiarelli
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Domenico Cipriani (Memmo)
Domenico Cipriani (Memmo)
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Elia Gigli
Elia Gigli
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Santino Taglieri
Santino Taglieri
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Dott
Dott. Paolo Sante Cervellini
Vedi necrologio
|||||||
|||||||

Avezzano –  Ottavia Piccolo, una delle Signore del palcoscenico italiano, al teatro dei Marsi  interprete di “Occident Express” scritto da Stefano Massini,  studio delle luci  di Alfredo Piras,  prodotto dal teatro Stabile dell’Umbria/officine della Cultura,

Alle 17,30 un incontro con l’attrice, nella sala adibita all’interno della struttura teatrale, che con una estrema disponibilità e simpatia,  ha fatto partecipe il pubblico (n.d.r. ben poco considerando la valenza dell’appuntamento) della tematica del lavoro in scena al serale, rispondendo ad ogni domanda. L’incontro è stato coordinato da Luca Di Nicola alla presenza di Chiara Colucci,  consigliere  del Comune di Avezzano e dell’ufficio stampa Federico Falcone. Questa iniziativa, più volte prospettata,  ha una particolare validità  per il  suo obiettivo:  incontrare professionisti del Teatro italiano con la possibilità di avvicinarsi a uno dei più complessi settori della cultura.

Occident Express”  un viaggio di oltre 5mila kilometri, una fuga dalla morte, causata dalla guerra o dalla fame poco importa, l’appuntamento finale è il medesimo. “La vita è una somma di funerali.”  Una storia vera tradotta in sceneggiatura da Stefano Massini. Haifa,  una donna anziana con i capelli bianchi, fugge dall’Iraq e insieme all’unico suo affetto ancora in vita, la nipotina Nassim, affronta il viaggio verso la libertà,  la vita.  Tutto si sviluppa del continuo dramma vissuto durante gli spostamenti: la violenza dei soldati, la loro corruzione, compromessi ignobili, lo squallore dei campi profughi.  Spostamenti inverosimili se non fossero la descrizione reale di chi li vive sulla propria pelle. Su un camion accovacciati sotto le pecore, immersi in una grossa pozza d’ olio per poi  meglio scivolare in un tubo sotto terra, aggrappandosi ad una corda, per poter percorrere un chilometro, in sicurezza,  lontano dal nemico,  “un metro dopo l’altro….un metro dopo l’altro, ce ne vuole per fare un chilometro”.  Grecia, Turchia, Ungheria, barcone marcio  piedi di persone talmente ammassate che uno spillo non finisce  in  terra, naufragio,  muro issato, rotoli di filo spinato, “chi lotta per vivere non può contare i morti”. Uomini contro uomini, pregiudizio contro innocenza.  Esuli diventati contenitori di droga per ottenere il trasporto in macchina, e ancora il viaggio prosegue  in un container senz’aria….”un’altra cosa che va via con noi sopra”.

“Occident Express” : la quotidianità che non si vuole conoscere pur sapendo della sua esistenza. L’attualità terribile del Terzo Millennio, ma la storia potrebbe appartenere ad ogni epoca che ha visto l’uomo fuggire per necessità, per poi  essere perseguitato.

Una straordinaria interpretazione di Ottavia Piccolo, che scientemente non ha voluto suscitare emozioni superflue. Una situazione monocromatica, dove nell’animo di ogni ascoltatore si sono potuti creare i colori. Tranne, ovviamente, di quelli che incessantemente hanno giocato con il cellulare, indifferenti allo spettacolo, al rispetto del lavoro di una professionista,  ma ancor più offensivo, al dramma proposto in scena. Ben ha fatto, anche se purtroppo, l’attrice a interrompere lo spettacolo pregando di cessare quell’indifferenza. Magistralmente il racconto è ripreso, ma l’atmosfera del momento ormai si era dissolta. Una lavoro che al di là della tematica lascia dentro una cicatrice di consapevolezza,  e così deve essere. La musica, composta e diretta da Enrico Fink e l’orchestra Multietnica di Arezzo, è diventata attore, parola, dialogo, non semplice accompagnamento ma concreta struttura scenica.

Al pubblico, a chiusura dello spettacolo,  un grido  forte e ininterrotto:   “Non sprecate l’aria, non sprecate l’aria, non sprecate l’aria”.

Facciamo che, nel quotidiano, l’aria della nostra esistenza sia indirizzata al  rispetto e alla solidarietà  verso il prossimo,  consolidando il significato del  valore umano.

La foto di scena ( in copertina) è stata realizzata e concessa da Andrea Botticelli.

Galleria fotografica e video a cura di Manuel Conti

 

 

 

 

 

 

author avatar
Luisa Novorio

PROMO BOX

dimitri ruggeri
Castello Piccolomini di Celano
Processione di Maria S.S. di Pietraquaria il 27 Aprile: ecco come cambia la circolazione ad Avezzano
L'Usa Sporting Club Avezzano alla tappa finale della staffetta solidale RUN4HOPE
Partita a Celano la manutenzione del chiostro del Convento dei Frati Minori di Santa Maria Valleverde
Il gatto Baloo scomparso a San Benedetto dei Marsi, i proprietari: "Per favore aiutateci a ritrovarlo, offriamo una ricompensa"
sindaco zauri (3)
gia
FB_IMG_1713475922483
A Luco dei Marsi "Sui sentieri della Dea Angizia" con il Trail dei Marsi
Screenshot_2024-04-18-18-28-45-638_com.facebook
Le rovine della sede della Banca Marsicana di Pescina distrutta dal terremoto del 1915
FB_IMG_1713452042736
Chiuso da oggi l'ufficio postale di Collelongo, alla riapertura disponibili tre servizi INPS
Sirente Bike Marathon, il 19 Maggio si rinnova l'appuntamento con il campionato regionale FCI Abruzzo Marathon
25 aprile, Festa della Liberazione: apertura gratuita musei e parchi archeologici statali
Tutela e valorizzazione dell'architettura e del paesaggio rurale, Santangelo: "L'Abruzzo avrà 2 milioni di euro di fondi PNRR da investire"
Il 20 Aprile a Pescina una messa in ricordo di Taisi Forte, scomparsa nel 2023 a soli 41 anni
Il Club "Vespasiani Indipendenti" di Avezzano partito per Pontedera per prendere parte al Vespa World Days
Sicurezza ad Avezzano e nella Marsica, terza riunione in Prefettura
FB_IMG_1713440655226
don-orione-avezznao-1024x565
Francesco e Simone
favole al telefono

NECROLOGI MARSICA

Necrologi Marsica Cristina Fiocchetta
Cristina Fiocchetta
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Carmine Chiuchiarelli
Carmine Chiuchiarelli
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Domenico Cipriani (Memmo)
Domenico Cipriani (Memmo)
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Elia Gigli
Elia Gigli
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Santino Taglieri
Santino Taglieri
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Dott
Dott. Paolo Sante Cervellini
Vedi necrologio

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Avezzano (AQ) n.9 del 12 novembre 2008 – Editore web solutions Alter Ego S.r.l.s. – Direttore responsabile Luigi Todisco.

TERRE MARSICANE È UN MARCHIO DI WEB SOLUTIONS ALTER EGO S.R.L.S.

Non è possibile copiare il contenuto di questa pagina