TARI Capistrello, la minoranza protesta: “Abbiamo votato contro e daremo battaglia”



Capistrello – Riunito il Consiglio comunale a Capistrello: ordine del giorno l’approvazione del nuovo regolamento per la Tari e delle relative tariffe per l’anno 2021.

Siamo arrivati al Consiglio comunale con la convinzione che l’Amministrazione avrebbe portato in discussione una delibera con il taglio delle tariffe e invece per il 2021 la Tari aumenta – cosi scrivono in una nota stampa i consiglieri di minoranza Dina Bussi, Chiara di Felice e Vittorio Silvestriin questi giorni altri comuni marsicani, utilizzando i fondi che il governo ha messo a disposizione dei comuni per l’emergenza Covid, stanno tagliando le tariffe. È noto il caso del Comune di Avezzano che ha tagliato di recente tra il 10% e il 40% la TARI. Invece in Consiglio comunale abbiamo trovato una proposta del Sindaco e della maggioranza con aumento delle tariffe, sia per le abitazioni sia per le attività produttive. Un aumento consistente tra l’8 e il 10% medio che dopo le difficoltà del covid rappresenta un’ulteriore aggravamento per l’economia locale. Una decisione incomprensibile e inspiegabile: mentre tutti i comuni tagliano solo Capistrello aumenta – continuano i consiglieri della minoranzaabbiamo provato a chiedere le motivazioni ma non abbiamo avuto alcuna risposta ne dal consigliere relatore Ernesto Liberati ne dal Sindaco. Sono la capogruppo Rosa Lusi ha ritenuto di aprire ad un confronto per ricercare insieme informazioni e soluzioni. Registriamo con favore questa posizione di dialogo, ma è necessario fare presto. Non appena il governo erogherà i 22 mila euro stanziati per il nostro comune dovremmo tornare sul tema e rideliberare le tariffe. Facciamo un appello perché si faccia con grande attenzione per le difficoltà del momento: servono agevolazioni proporzionate ai danni causati dal covid al commercio locale e alle famiglie. Noi saremo impegnati in consiglio e nel paese per soluzioni eque e solidali. Purtroppo per ora l’unica certezza è che i cittadini pagheranno di più, con buona pace di tutte le buone intenzioni sempre sbandierate ma che non diventano mai realtà“.

 Comunicato stampa Consiglieri di minoranza Bussi, Di Felice, Silvestri