Tagliacozzo, sugli scritti di Luigi Venturini interviene il coro



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Tagliacozzo. È notizia di pochi giorni fa l’acquisto di alcuni scritti originali del noto musicista tagliacozzano Luigi Venturini da parte di un collezionista celanese. Le partiture erano state messe in vendita su Ebay, fatto che aveva generato qualche preoccupazione nei tagliacozzani. Il nuovo proprietario, comunque, si sarebbe detto disposto a donare gli scritti alla città di Tagliacozzo.

Sulla vicenda è interviene la Corale “Luigi Venturini”. «Ci teniamo a precisare che quando abbiamo saputo della vendita, l’asta era già stata chiusa», spiega la presidente del coro, Maria Lidia De Dominicis. «Noi abbiamo insistito molto con il venditore, anche ad asta terminata, perché riteniamo quegli scritti un’importante parte del patrimonio artistico-culturale di Tagliacozzo. Il nostro coro, infatti, conserva con cura tutti gli altri spartiti del cantautore tagliacozzano. Ci era stato risposto che forse ci sarebbe stata un’altra asta e che, comunque, saremmo stati ricontattati. Questo non è mai accaduto», conclude la De Dominicis. «Abbiamo appreso tramite i giornali la notizia dell’acquisto degli scritti del Venturini da parte del signor Gianvincenzo Sforza. Ciò che ci interessa è solamente che gli scritti tornino alla comunità tagliacozzana».




Lascia un commento