Tagliacozzo, lo sfogo social del sindaco Giovagnorio: “Non la ztl ma una porta in ferro blindata per arginare maleducazione e inciviltà”



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Tagliacozzo – Parole forti, ricche di sdegno ed incredulità, quelle postate su Facebook del sindaco di Tagliacozzo Vincenzo Giovagnorio, dinanzi all’inciviltà e alla non curanza di tanti cittadini che ieri sera hanno trasformato la bellissima piazza dell’Obelisco, da tutti invidiata per storia e fascino, in un vero e proprio parcheggio.

“Automobili in sosta dovunque, perfino intono alla fontana”, scrive il primo cittadino con grande rammarico, non solo per la mancanza di rispetto dei divieti di sosta permanenti, da sempre in vigore all’interno della Piazza, ma anche per lo spregio del senso estetico: un borgo così bello e curato non dovrebbe mai e poi mai trasformarsi in un ritrovo di automobili in sosta.

Per non parlare dei disagi legati alla circolazione in quanto, le tante macchine parcheggiate, hanno impedito agli spazzaneve di svolgere il proprio lavoro e liberare la Piazza dalla neve scesa in queste ultime ore.

“Non la ztl…ma una porta in ferro blindata servirebbe per arginare la maleducazione e l’inciviltà”, conclude il sindaco Giovagnorio, una frase d’effetto che, si spera, riesca a smuovere le coscienze di tutti coloro che alle regole non prestano l’attenzione dovuta.

Per il periodo delle festività natalizie, l’amministrazione comunale sicuramente provvederà ad introdurre multe salate verso i quanti non si atterranno alle regole imposte: è senso civico rispettare ed amare il proprio paese.