T-red: ricorsi verso la class action collettiva, spunta il supplemento notturno del 30%



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Avezzano – Il T-red del semaforo tra via XX Settembre e via dei Fiori continua ad essere motivo di dibattito popolare e politico. E se da una parte, come riporta Il Centro, spunta un supplemento del 30% per i trasgressori notturni, dall’altra aumentano coloro che stanno avanzando la richiesta di annullamento delle sanzioni attraverso azioni legali a causa della segnaletica poco chiara.

Linee confusionarie e non ben definite“, “assenza di una campagna di informazione adeguata dell’amministrazione” e ancora ” il segnale di arresto è stato portato indietro senza dare la pubblicità dovuta”, secondo l’avvocato e consigliere di opposizione Cristian Carpineta “dovrebbe portare la pubblica amministrazione ad annullare almeno questo tipo di sanzioni“.

Intanto, mentre si configura la class action collettiva contro il T-red solo nel primo mese di attività, ovvero dicembre 2018, sono state elevate oltre 4.000 sanzioni al mese per una media di circa 150 al giorno.