giovedì, 4 , Marzo

Perdita della condotta adduttrice a San Vincenzo Valle Roveto e Balsorano

Tecnici del CAM a lavoro per riparare il guasto

Prima pagina

Svolta nella sanità: previste 208 assunzioni entro il 2018

L’Aquila – Buone notizie sul fronte sanità.

IL manager della Asl 1 Avezzano-Sulmona-L’Aquila dott. Rinaldo Tordera ha affermato nei giorni scorsi che entro il 2018 saranno previste n. 208 assunzioni.

Il piano della nuova forza-lavoro è destinato a colmare i vuoti di organico, a stabilizzare il personale e a segnare un passaggio generazionale con il ricambio dei direttori di unità operative complesse e di chirurghi.

E’ la più importante operazione di potenziamento di personale degli ultimi decenni che porterà un generale miglioramento dei servizi in tutta la Provincia di L’Aquila. 

Le 208 assunzioni si aggiungeranno a quelle già autorizzate nel 2017 e negli anni precedenti che, in parte, sono già avvenute e che saranno portate a compimento nel 2018,  tra cui 14 dirigenti medici, 2 dirigenti farmacisti, 1 dirigente veterinario, 5 O.S.S., 3 Tecnici di laboratorio, 6 ausiliari specializzati, 3 dirigenti amministrativi.

Le assunzioni nel 2018 riguarderanno:

RUOLO SANITARIO: oltre 100 operatori tra infermieri (la quota più corposa), fisioterapisti, ostetriche, logopedisti, educatori professionali e puericultrici. 

MEDICI: n. 44 dirigenti medici in 18 diverse specialità. A beneficiare di nuovo personale, come numero di assunzioni, saranno in particolare la neonatologia, la chirurgia, la psichiatria e la radiodiagnostica.

RUOLO TECNICO E AMMINISTRATIVO: n. 39 persone tra operatori socio sanitari, assistenti e collaboratori amministrativi (impiegati) e assistenti sociali.

UNITÀ OPERATIVE COMPLESSE: n. 12 direttori di unità operativa complessa che riguardano unità operative dislocate in tutta la Provincia, dalla rianimazione all’ortopedia.

Vi saranno poi n. 3 psicologi e un dirigente amministrativo a completare la griglia del nuovo piano di assunzioni.

Più personale, migliori prestazioni, ricambio generazionale con un investimento sui giovani, soprattutto chirurghi, tramite nuove tecnologie. Il forte potenziamento degli organici è reso possibile grazie alla sintonia che si è instaurata con l’assessore regionale alla sanità, Paolucci, e con i vertici della Regione che ci hanno consentito di pianificare al meglio le azioni di infoltimento dei ranghi. E’ una svolta in termini di potenziamento dei servizi e di migliore gestione del personale che ci consentirà di gettare le basi per avviare un cambiamento generazionale in settori nevralgici come la chirurgia che si avvarrà di nuovi, giovani talenti” dichiara il manager Tordera.

Ultim'ora