Struttura accogliente e più sicura: questa mattina il taglio del nastro alla scuola media Sabin



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Capistrello – Prima campanella per gli alunni dell’Istituto A.B. Sabin che da questa mattina hanno fatto rientro nella loro scuola, ora finalmente più bella e più sicura, dopo i lavori di miglioramento/adeguamento sismico ed efficientamento energetico. Alla presenza dell’Amministrazione Comunale, del direttore dei lavori, del parroco Don Antonio Sterpetti e di numerosi genitori si è svolta la cerimonia di inaugurazione.

I lavori, eseguiti con tecnologie all’avanguardia e finanziati totalmente dall’Ente con una spesa di circa 900 mila euro, hanno riguardato: il rafforzamento delle fondamenta ed il montaggio di dissipatori di energia sismica, il rifacimento dell’impianto elettrico e l’installazione di nuove lampade a led, la sostituzione delle porte, il rifacimento dei servizi igienici e la sostituzione della vecchia centrale termica con tre nuove caldaie, una per ogni piano.

Grazie ad un finanziamento regionale di 100 mila euro sono stati, poi, eseguiti i lavori di efficientamento energetico: è stato realizzato un cappotto dello spessore di 10 cm lungo le pareti esterne e di 5 cm in corrispondenza delle travi, è stata realizzata la bussola d’ingresso, sono state sostituite le finestre metalliche del terzo piano e tutti gli elementi in ghisa dei vecchi termosifoni.

“Spalancare le porte di questa scuola – ha detto il sindaco Ciciotti – per me è motivo di forte orgoglio. Di cose per il nostro paese ne abbiamo fatte in questi tre anni e ne continueremo a fare, ma aver reso questa scuola tra le più sicure non solo d’Abruzzo, ma anche di tutta Italia, aver investito nell’edilizia scolastica, qui come alla Santa Barbara, ci rende particolarmente orgogliosi. Sulla sicurezza dei bambini non si scherza, la loro tranquillità e quella delle loro famiglie viene prima di tutto. Tutte le tensioni, le preoccupazioni, i timori di questi mesi, oggi si dissolvono nella gioia di aver concluso l’opera più importante e qualificante del nostro mandato amministrativo. Grazie a tutti coloro che hanno condiviso con me questi mesi di lavori e di impegno”.

Il vicesindaco Geltrude Scatena, nel chiedere scusa agli alunni, alle loro famiglie ed a tutto il personale per i disagi di questi mesi, ha sottolineato come l’intervento non fosse più rinviabile. “Non potevamo continuare a sperare che quel che è successo a L’Aquila non succedesse anche da noi. Abbiamo lottato contro tutti e contro tutto, ma le scuole sono state il cardine della nostra attività amministrativa”.

Un sentito ringraziamento è arrivato all’Amministrazione Ciciotti dalla Preside, Claudia Scipioni: “Ho lavorato con questa Amministrazione in piena sintonia perché gli obiettivi erano gli stessi. Tanto abbiamo chiesto a questo sindaco e tanto ci ha dato. Questa scuola appariva molto pericolosa, faceva spavento. C’erano tante piccole cose che non davano sicurezza. Ora è bella e sicura. Grazie per tutto ciò che avete fatto”.

Il direttore dei lavori, l’ingegnere Valerio Felli, ha spiegato le lavorazioni eseguite ai fini dell’adeguamento/miglioramento sismico mentre l’assessore Moreno Persia ha richiamato il diritto allo studio e la necessità di esercitarlo in strutture idonee e sicure come quella riconsegnata oggi.




Lascia un commento