Stalker di Capistrello, niente patteggiamento, andrà a processo



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Capistrello –  Ieri il Gup del Tribunale di Avezzano, Caterina Laura, ha rigettato la richiesta di patteggiamento, avanzata dall’avvocato Roberto Verdecchia, per Fabrizio Lusi, 56 anni, geometra, che ha terrorizzato il paese con lettere anonime e scherzi hard.
Come riportato dall’edizione odierna del Messaggero

Per diversi mesi l’uomo ha terrorizzato i suoi compaesani, facendo credere loro che erano stati convocati dal ministero dell’Interno o da quello di Giustizia e in alcuni casi dal Cam o da altri Enti. Avrebbe scritto poi a delle donne del posto, offendendole con volgarita’ di ogni genere con chiari e volgari riferimenti sessuali.
Non risparmiava neppure le minori a cui inviava lettere dal contenuto osceno.

Le indagini sono scattate dopo la denuncia di alcune delle persone raggiunte dalle lettere.

Dopo una breve udienza, presenti anche gli avvocati di parte civile Luca Motta e Moreno Persia, la difesa e il Pm, Roberto Savelli, avevano patteggiavo circa nove mesi di carcere per l’indagato. Il giudice però non ha ritenuto giusto il patteggiamento e ha rinviato il processo. Ora sarà un altro Gup che dovrà dirimere la questione nella prossima udienza che verrà fissata a giorni.

Stalking: nei guai un uomo di Capistrello




Lascia un commento