Spid anche in tabaccheria: ecco come fare



SPID è lo strumento che permette di dialogare con i servizi online della Pubblica Amministrazione, ad esempio per richiedere prestazioni INPS, consultare il cedolino pensione, presentare o visualizzare le dichiarazioni come il 730, pagare tasse scolastiche.
Solitamente per ottenere l’identità digitale Spid ci si deve rivolgere a uno degli specifici enti gestori sia privati che pubblici, autorizzati dall’Agenzia governativa per l’italia Digitale, che forniscono le credenziali per essere identificati, e ogni ente fornisce il proprio Spid, ad esempio SPID Posteitaliane o SPID Namirial.
Dato che lo Spid su internet sostituisce la carta di identità, per ottenerlo va effettuato inizialmente il riconoscimento facciale, che consente di associare i dati del documentoalla persona.
Questo riconoscimento può essere fatto online con un servizio a pagamento da tutti i gestori tramite webcam, oppure presentandosi di persona presso le sedi degli enti abilitati.
Da gennaio 2021 però anche molte tabaccherie, che hanno la comodità di avere orari di apertura più ampi, offrono il servizio a un costo molto basso, sotto i 9 euro.
Sono le oltre 5800 tabaccherie in Italia che offrono i servizi Mooney/Sisalpay, abilitate grazie ad un accordo tra INFOCERT e Banca 5.
L’elenco completo è presente sul sito www.locator.mooney.it, dove l’utente può fare una ricerca inserendo il nome della propria città.
Lo SPID infocert viene attivato in media dopo un giorno lavorativo dal completamento della richiesta, al massimo entro 72 ore.
Per ottenere lo SPID infocert in tabaccheria sono necessari:
– una casella di posta elettronica alla quale accedere liberamente;
– un telefono cellulare sul quale ricevere il messaggio SMS con il codice OTP necessario per la validazione della registrazione;
– un documento di identità in corso di validità e la tessera sanitaria;
– l’immagine scansionata del documento di identità (fronte/retro).
Bisogna innanzitutto registrarsi come Utente INFOCERT sul sito, selezionare l’opzione “riconoscimento di persona”, selezionare l’opzione “in tabaccheria” al costo di 7,99 euro.
La procedura abbina le credenziali Infocert alla richiesta di SPID e viene generato un codice identificativo.
A questo punto ci si può recare nella tabaccheria abilitata più vicina portando con sé il codice, il documento di identità registrato e la tessara sanitaria o il codice fiscale.
Il tabaccaio effettua il riconoscimento facciale   e genera le credenziali SPID INFOCERT.
Si ricorda che per ottenere lo SPID di secondo livello, necessario per attività sensibili come i pagamenti, si deve scaricare sul proprio smartphone l’app INFOCERT.