lunedì, 24 Giugno 2024
Home Attualità Sottopassi per l’attraversamento degli anfibi sotto la sede stradale: iniziativa del Parco Nazionale della Maiella lungo la SP 164

Sottopassi per l’attraversamento degli anfibi sotto la sede stradale: iniziativa del Parco Nazionale della Maiella lungo la SP 164

A+A-
Reset

Abruzzo – La strada provinciale n. 164 che conduce dalla stazione FF.SS. di Palena, all’abitato di Gamberale e Pizzoferrato (CH), attraversa boschi solcati da ruscelli e torrenti dove si riproducono due specie di anfibi urodeli, la Salamandra appenninica e la Salamandrina di Savi.

Nonostante il traffico non sia molto intenso, è causa di mortalità per molti individui durante i loro spostamenti, e soprattutto incide sulle femmine che, in periodo riproduttivo, scendono nel ruscello per deporre le uova o partorire le larve.

Il Parco Nazionale della Maiella in collaborazione con la Provincia di Chieti ha realizzato i primi sottopassi per l’attraversamento degli anfibi sotto la sede stradale. A questi sono seguiti altri, realizzati dal Reparto Carabinieri Biodiversità di Castel di Sangro e altri sono in fase di completamento grazie a Rewilding Apennines. Ogni anno in primavera vengono istallate le barriere mobili lungo i tratti stradali interessati dagli interventi al fine di convogliare gli individui in spostamento verso i sottopassi.

L’evento svolto lo scorso sabato 27 aprile, organizzato dall’Ente Parco Nazionale della Maiella e dalla Societas Herpetologica Italica in collaborazione con il WWF Chieti-Pescara e il Reparto Carabinieri Biodiversità di Castel di Sangro e Rewilding Apennines, è stato un momento non soltanto per mettere in atto azioni concrete di conservazione degli anfibi ma anche per conoscere questi animali e i loro ambienti. Circa 40 i volontari intervenuti, e ai quali vanno tutti i ringraziamenti per il loro lavoro prestato.

Foto di Daniela Gentile

Fonte: Parco Nazionale della Maiella

necrologi marsica

Don Giovanni Cosimati

Casa Funeraria Rossi

Casa Funeraria Rossi

Ultim'ora