Sostenibilità ambientale nella Marsica, premiati i progetti green degli studenti delle scuole secondarie di primo grado di Avezzano e Pescina



Avezzano – Venerdì pomeriggio, presso l’Aula Magna dell’Istituto “G. Galilei” di Avezzano, si è tenuta la cerimonia conclusiva di premiazione della prima edizione del ConcorsoSostenibilità ambientale nella Marsica, da un’idea alla realizzazione“, moderata e presentata da Luca Di Nicola. Il concorso nasce dall’iniziativa della funzione strumentale Orientamento dell’Istituto “Galilei” di Avezzano, indirizzo Costruzione Ambiente e Territorio (ex geometri), presieduta per l’anno scolastico 2021-2022 dal prof. Villiam Guglielmo Pecce, docente di Matematica.

L’Istituto di Istruzione “G. Galilei”, nella fattispecie dell’indirizzo C.A.T., quale principale formatore dei tecnici che operano ed opereranno nella Marsica, si è interrogato sul tema della sostenibilità ambientale. Il concorso è stato proposto a tutte le scuole secondarie di primo grado della Marsica e fra esse hanno accolto l’iniziativa con entusiasmo: l’Istituto Comprensivo “A. Vivenza” di Avezzano, dirigente dott.ssa Franca Felli; l’Istituto Comprensivo “Fontamara” di Pescina, dirigente dott.ssa Maria Gigli e l’Istituto Comprensivo “Collodi Marini” di Avezzano dirigente dott. Piergiorgio Basile. Ampia è stata la partecipazione degli alunni frequentanti le classi terze degli istituti che hanno prodotto elaborati (PowerPoint, video ed elaborati grafici) riguardati interventi sostenibili nel territorio marsicano.

Ai ragazzi che hanno preso parte al progetto” spiega alla nostra redazione il prof. Pecceè stato chiesto di elaborare un’idea sostenibile per lo sviluppo e il progresso del territorio in cui vivono, cioè per la Marsica. Da noi l’attenzione a queste tematiche, che diventano sempre più importanti per la sopravvivenza del pianeta e, quindi, del genere umano, rimane forse un po’ marginale. C’è bisogno di idee nuove e intelligenti e i ragazzi ce le hanno date“.

Sostenibilità ambientale nella Marsica, da un’idea alla realizzazione“: il titolo del concorso, spiega il prof. Pecce, “è nato prendendo ispirazione da alcuni versi di una famosa canzone di Roberto Vecchioni, “Chiamami ancora amore”, che così recita: “Perché le idee sono come farfalle / Che non puoi togliergli le ali / Perché le idee sono come le stelle / Che non le spengono i temporali”. Le idee avanzate dai ragazzi sono una base su cui, chi di dovere, potrebbe e dovrebbe lavorare per attivare concretamente la sostenibilità ambientale anche nella Marsica“.

La commissione esaminatrice, che si è occupata di vagliare e scegliere i lavori migliori, è stata nominata dal collegio docenti dell’istituto Galilei ed era composta dalla dott.ssa Gabriella Scardino, direttrice amministrativa della Tekneko; dalla geometra Carmen Ranalletta, consigliere del Collegio dei Geometri di L’Aquila; dall’architetto Paola Morga, dirigente di AmbeCò; dall’avvocato Roberto Verdecchia, assessore all’Ambiente del Comune di Avezzano e dalla prof.ssa Vincenza Nanni, docente nell’indirizzo CAT del “Galilei”.

L’iniziativa ha ottenuto il sostegno da parte di numerose realtà territoriali quali la Tekneko, l’Azienda Scamolla Falegnameria s.r.l. Infissi di Pescina, la libreria Panella, la Cartiera Burgo di Avezzano e il collegio dei geometri e geometri laureati di L’Aquila. Hanno partecipato alla cerimonia di premiazione e al dibattito: l’avvocato Roberto Verdecchia, assessore all’ambiente del comune di Avezzano; il dott. Edoardo Addari, dirigente della Tekneko; il prof. Villiam Guglielmo Pecce, docente di Matematica dell’indirizzo Costruzione Ambiente e Territorio del “Galilei”, il responsabile della funzione orientamento e la Vicaria del “Galilei” prof.ssa Antonella Tuzi e Alfonsino Scamolla rappresentante della Scamolla Srl.

Le classi sono state premiate con buoni per l’acquisto di materiali scolastico. Questa la classifica delle classi premiate:

1° premio – Classe 3^ G con Asia Maria Lucci dell’istituto Comprensivo “A. Vivenza” di Avezzano con il tema “Smart Bins“, secchi dotati di microchip, colorati, per la raccolta di mascherine usate, da posizionarsi sul territorio avezzanese. I ragazzi hanno avvertito il problema dell’abbandono di questo nuovo rifiuto che la situazione pandemica sta creando e hanno proposto una soluzione sostenibile, intelligente e di impatto visivo gradevole.
2° premio – Gruppo costituito da Pierpaolo Di Vito, Nicholas Crispino, Gianluca Buttari, Eleonora Rosati della classe 3^ A dell’Istituto Comprensivo “Collodi Marini” di Avezzano che hanno lavorato al tema riguardante il “Recupero della struttura Scolastica Fermi Corradini” al fine della realizzazione di un “Museo delle energie rinnovabili“.
3° premio – Gruppo costituito da Sofia Cappelletti, Serena Lolli, Aurora Mastroianni, Samuele Di Marco, Franco Rosati della classe 3^A dell’istituto Comprensivo “A. Vivenza” di Avezzano, con un video, gli studenti della Vivenza hanno proposto la riqualificazione ambientale del parco giochi della Pineta di Avezzano, la sostituzione dei giochi presenti con nuovi ecosostenibili.
4° premio – Classe 3^ B dell’Istituto Comprensivo “Fontamara” di Pescina per il tema “Pista Ciclabile Ecosostenibile“, il progetto consiste nella realizzazione di una pista ciclabile percorribile con bici elettriche ricaricabili da pannelli fotovoltaici posizionati lungo il percorso della strada Circonfucense.
5° posto – Classe 3^ A dell’istituto Comprensivo “Fontamara” di Pescina con il tema “Palestra Green“: i ragazzi propongono la creazione, a Pescina, di una palestra realizzata con materiali innovativi ed ecosostenibili.
6° posto – Lavoro premiato con le eccedenze dei finanziamenti dagli studenti della classe 5^ A CAT: la classe premiata e la 3^ F dell’Istituto Comprensivo “Vivenza” di Avezzano con il tema “La sostenibilità Ambientale Nella Marsica”. Gruppo costituito dagli alunni Maurizio Cosimati, Mattia De Simone, Cristiana Di Berardino, Lorenzo Maiolini, Alessandra Morelli che, constatato il degrado di alcune zone del Fucino, ha proposto interventi di bonifica e riqualifica.
I lavori premiati sono stati illustrati e commentati dagli studenti dell’indirizzo Costruzione Ambiente e Territorio del Galilei: Arianna Turri, Giulia Lupascu, Alessio Di Prinzio, Alejandro Marinetti.



Leggi anche