Sicurezza, telecamere per scuole e stazione e servizi interforze serali. Di Pangrazio: “più sicuri con controlli serali e videosorveglianza”

Potenziamento dei controlli video e delle forze di polizia. Installazione di 7 nuove telecamere anti-spaccio di ultima generazione davanti a tutti gli istituti superiori di Avezzano.

Avezzano Scattano controlli interforze serali in centro città dove, per rafforzare  il sistema di video-sorveglianza, -già a quota 80 impianti attivi-, l’amministrazione Di Pangrazio ha avviato le operazioni per installare 7 nuove telecamere anti-spaccio di ultima generazione davanti a tutti gli istituti superiori di Avezzano.

I nuovi controlli seguono quelli scattati in via della Pace, via Diaz, via Trieste, via Garibaldi e via Corradini dove gli interventi delle forze di polizia hanno consentito il ripristino dell’ordine e sicurezza pubblica. Sempre sul versante sicurezza è in arrivo la videosorveglianza anche al sottopasso della stazione ferroviaria: dopo i numerosi solleciti la settimana prossima ci sarà un sopralluogo congiunto tra Comune, Rete Ferroviaria Italiana e impresa per verificare le modalità di installazione delle telecamere.  

Il potenziamento dei controlli video e delle forze di polizia, con un turno interforze 18-24 coordinato dal dirigente del Commissariato, il vice questore, Giancarlo Ippoliti, sotto la supervisione del Questore, Gennaro Capoluongo, va nella direzione chiesta dal sindaco, Gianni Di Pangrazio, mirata a evitare la risalita dei contagi da Covid 19 che farebbero scattare “nuove restrizioni” a danno di tutta la comunità, nonché a rendere la città di Avezzano sempre più sicura.

“Il rispetto delle regole”, afferma il primo cittadino, “è fondamentale per uscire da questa fase pandemica e tornare via via alla normalità. L’uscita dal tunnel è ormai in vista, basta un po’ di attenzione e di rispetto delle regole per non incappare in nuovi divieti. Le restrizioni andrebbero a penalizzare ancora le attività economiche che hanno già subito danni ingenti. E il momento della responsabilità”. Oltre ai controlli delle forze dell’ordine, in città sono in arrivo altri occhi elettronici per aumentare il livello di sicurezza: proprio in questi giorni, infatti, sono partiti i lavori per l’installazione di 7 nuovi impianti di videosorveglianza cofinanziati dal Ministero degli Interni davanti agli istituti superiori cittadini per prevenire e contrastare lo spaccio di sostanze stupefacenti.

I nuovi sistemi porteranno a 87 gli apparecchi di controllo collegati alla centrale operativa della Polizia locale: gli 80 impianti già attivi in centinaia di occasioni si sono rivelati utili per incastrare gli autori di episodi di microcriminalità. Città sempre più sicura, è questo l’obiettivo perseguito dell’amministrazione comunale  contraddistinto da azioni concrete.