Sicurezza stradale in ricordo di Zaurrini, ecco il concorso



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Celano. «Ti promettiamo che non ti dimenticheremo mai e che la tua morte non rimarrà ‘vana’. Il tuo nome diventerà il simbolo di quella che oggi è diventata una vera e propria battaglia per la sicurezza sulle strade. A difesa soprattutto dei più giovani».

E’ passato ormai un anno dalla morte di Marco Zaurrini, il 15enne di Celano investito e ucciso da un’auto pirata sulla strada che unisce Paterno, la frazione di Avezzano e Celano, e le parole che in più di un’occasione pubblica sono state pronunciate da Maria Paola Zaurrini, la giovane madre di due bambine, cugina di Marco, prendono forma e senso in un progetto scolastico che si conclude con un concorso, organizzato per gli studenti di Celano. Il concorso arriva dopo una serie di iniziative in ricordo del giovane, tra cui una fiaccolata, a cui parteciparono anche tutti gli amministratori della Marsica e un convegno in cui vennero coinvolte anche le forze di polizia.

L’iniziativa del progetto scolastico, fortemente voluta da tutta la famiglia del 15enne, già pensa a crescere. Anche altre scuole marsicane, infatti, hanno chiesto di poter accogliere lo stesso progetto sulla sicurezza stradale. L’idea di promuovere nelle scuole correttezza sulla guida e sul vivere civile anche sulla strada è nata da Maria Paola Zaurrini, affiancata sin da subito dall’associazione che riunisce le famiglie che hanno subito un lutto dopo gravi incidenti stradali, l’Aifvs, rappresentata in Abruzzo dal “combattivo” Paolo D’Onofrio. E’ poi cresciuta con la collaborazione della psicologa psicoterapeuta Marianna Baliva, di Simona Ciaccia Cerone, volontaria della Misericordia e dell’autoscuola Villa di Celano con il suo staff. Sotto la guida della preside dell’istituto di Celano, Vincenza Medina e con il patrocinio del Comune di Celano, l’iniziativa ha preso forma e alla fine delle lezioni, domani 22 maggio, arriva la premiazione del concorso “In strada per la vita con Marco nel Cuore”. All’evento porterà il saluto l’assessore alla Cultura Eliana Morgante e il consigliere delegato alle Politiche sociali Maria Antonietta Zaurrini. Sono previsti gli interventi della dirigente scolastica Vincenza Medina, della presidente della commissione Rossella Ricciardi, la mamma di Marco Zaurrini, della psicologa Marianna Baliva e di Paolo D’Onofrio. Seguirà la premiazione. Concludono il sindaco Settimio Santilli e il suo vice, l’onorevole Filippo Piccone. L’appuntamento è alle 16.30 all’auditorium Fermi di Celano. Tutti sono invitati a partecipare.




Lascia un commento