Sicurezza, il Comune potenzia la videosorveglianza. Verdecchia “telecamere determinanti anche nelle ultime indagini, ne posizioniamo altre 16”



Avezzano Sedici nuove telecamere in arrivo ad Avezzano, dove l’amministrazione “Di Pangrazio” vuole accelerare sulla sicurezza con un ulteriore piano di potenziamento della videosorveglianza urbana e telecontrollo del territorio.
La spinta impressa dalle nuove postazioni è contenuta nella delibera appena approvata dalla giunta su proposta dell’assessore alla sicurezza e polizia locale Roberto Verdecchia che verrà inoltrata alla Prefettura dell’Aquila. Obiettivo, sottoporre i nuovi punti di ripresa all’approvazione del Comitato per l’Ordine e la sicurezza Pubblica e inserire velocemente i nuovi strumenti nel sistema già operante che allo stato ne prevede 91.

L’ente punta decisamente a fare la sua parte nel lavoro sinergico con le forze dell’ordine che ha dato i suoi frutti anche recentemente, consentendo l’individuazione dei presunti responsabili di furti, danneggiamenti e spaccate di alcune vetrine, anche grazie all’utilizzo di immagini provenienti dalle videocamere del comune.  Non a caso, ultimamente c’è stata la creazione di un reparto della Polizia locale che si occupa di visionare i filmati ricostruendo, fotogramma per fotogramma, movimenti e identità dei malintenzionati. Si tratta di un lavoro che richiede collaborazione, tempo e anche destrezza degli operatori ma soprattutto tecnologia e diffusione sul territorio dell’occhio delle videocamere.

“La città è già dotata di un complesso e articolato sistema di videosorveglianza composto da 82 telecamere “di contesto” e 9 di lettura targhe – spiega l’assessore Verdecchia – collegate con il centro strategico e operativo presso il corpo di Polizia locale della Marsica, comando di Avezzano. Abbiamo già fatto un lavoro di perfezionamento per poter usare con efficacia le nuove tecnologie e di certo la nostra città vede un ottimo livello di sorveglianza, ma la mancanza in alcuni punti chiave non consente, a volte, uno sviluppo adeguato delle indagini. Per questo puntiamo ad aumentare la capacità di riprendere ciò che accade, soprattutto nelle ore notturne, con 16 nuove videocamere, a tutela della serenità di ogni concittadino e anche come monito per chi pensa di turbarla impunemente”. 

Ora sotto l’occhio vigile andranno altre strade, piazze, rotatorie e scuole per prevenire e contrastare i fenomeni di criminalità diffusa e garantire un maggior controllo. I punti di inquadratura e la cartografia con i dettagli delle telecamere già istallate, quelle da posizionare e dei nuovi luoghi da mettere sotto osservazione, saranno quindi inviati per l’ok definitivo al Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica per poter entrare presto in azione




Leggi anche