Sembra arte ma non è: sanitari abbandonati sul marciapiede di via Marruvio ad Avezzano



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Avezzano – Maurizio Cattelan forse ne percepirebbe il senso e Duchamp probabilmente si sarebbe divertito. Un po’ meno ragionevoli e felici, ma piuttosto perplessi e indignati, sono coloro che, passando per via Marruvio, hanno notato la presenza di un lavandino e di un water depositati accanto a un cestello per le cartacce. Di certo l’intenzione di chi ha serenamente abbandonato i bianchi sanitari sul marciapiede di una delle strade centrali di Avezzano, sarà stata quella di destinarli al pattume. Forse però sarebbe forse stato opportuno smaltirli in maniera più sensata.

Né il marciapiede di via Marruvio, né un cestello per i piccoli rifiuti è il posto giusto. E, soprattutto, non siamo né al Museo Guggenheim di New York, dove si trova il provocatorio wc d’oro di Cattelan, né al Grand Central Palace sulla Lexington Avenue di New York, dove Marcel Duchamp espose il suo orinatoio di porcellana bianca. Va bene l’Avanguardia e il Dadaismo ma a tutto c’è un limite!