Scuole Capistrello, Scatena replica alla preside: “Verba volant”



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Capistrello -“Leggiamo con stupore le dichiarazioni della dirigente scolastica sulla questione della riapertura dell’ istituto Sabin. L’affermazione che non avrebbe mai fatto riaprire la scuola se non fosse stata sicura dell’avvenuta verifica e del suo esito stride fortemente con il fatto che i genitori fossero completamente all’oscuro sia dell’effettuazione della verifica sia dell’esito della stessa”.

Ad affermarlo, a seguito delle dichiarazioni rilasciate ieri dalla preside, è il rappresentante d’istituto dei genitori Antonello Scatena. “La mattina del 21 gennaio, a seguito delle ripetute scosse sismiche ed alla presenza di più genitori, la dirigente scolastica, come dichiarato anche da lei stessa, affermava di non essere in possesso della relazione tecnica, bensì solo di rassicurazioni verbali.

Ma quando parliamo di bambini non ci possiamo affidare a delle semplici rassicurazioni verbali. La loro sicurezza viene prima di tutto e non può essere la chiusura di un Comune, per ordinanza del Prefetto, la causa della non divulgazione dei risultati della relazione. La dirigente dovrebbe spiegarci il perché gli altri comuni hanno prontamente pubblicato gli esiti delle verifiche effettuate dai propri tecnici. E se davvero, come dice, era così sicura dell’esito della verifica, perché poi ha convocato il responsabile tecnico sulla sicurezza della scuola?

Abbiamo chiesto al sindaco di comunicare anche attraverso i social network qualsiasi notizia riguardante le scuole. Prontamente nella giornata di domenica, sul profilo dell’Amministrazione, è apparsa la notizia che le scuole erano regolarmente aperte nella giornata di lunedì 23. Perchè questo non è stato fatto anche per comunicare gli esiti della verifica tecnica?

Chiediamo alla dirigente ed al sindaco di tener fede al patto di collaborazione tra istituzioni e genitori così come stabilito nella riunione tenutasi agli inizi di novembre a seguito del terremoto di Norcia”.

“Giova, in ultimo, – conclude Scatena – ricordare alla preside il detto latino “verba volant, scripta manent”, affinché la prossima volta ne faccia suo il significato”.




Lascia un commento