Scoperto a spacciare, esce dal finestrino e scappa: arrestato. Nei guai anche il cugino

Avezzano – I carabinieri della stazione di Trasacco hanno dato esecuzione ad un provvedimento cautelare emesso dal Gip del Tribunale di Avezzano, Maria Proia, su richiesta della Procura della Repubblica, nei confronti di due giovani di nazionalità marocchina accusati di spaccio e detenzione di sostanze stupefacenti.

Il giudice ha applicato nei confronti di I.T., 32 anni, e O.T. 34 anni, rispettivamente la misura cautelare della custodia in carcere e quella del divieto di dimora ad Avezzano.

I due, difesi dagli avvocati Roberto Verdecchia e Mauro Ceci, erano già gravati da misura cautelare: il primo alla custodia in carcere, il secondo agli arresti domiciliari lavorativi ad Avezzano. I.T., nel marzo 2019, fu scoperto dai carabinieri mentre cedeva dosi di cocaina.

Alla vista dei militari, si era dato alla fuga uscendo da uno dei finestrini della macchina. Era stato però bloccato e sottoposto a perquisizione. La successiva attività di indagine aveva consentito di confermare l’attività di spaccio, talvolta in concorso con O.T., suo cugino.