Schianto mortale. Il cordoglio dell’intera comunità



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Collelongo – La notizia della morte di Gino Di Loreto si è abbattuta sulla comunità di Collelongo come un fulmine, lasciandola attonita e addolorata.

Nel centro marsicano Gino Di Loreto era conosciuto e stimato da tutti, come stimato e benvoluto era alla Fiamm, l’azienda per la quale lavorava e dove recentemente aveva ricevuto un riconoscimento per l’attività svolta. Tutti lo ricordano come un uomo che non lesinava un sorriso o una battuta ad amici e conoscenti, sempre pronto a darsi da fare: partecipava attivamente alla vita sociale del paese, dall’organizzazione delle feste tradizionali alle attività sportive e ricreative per i più piccoli.

Centinaia i messaggi di cordoglio e di solidarietà alla famiglia espressi attraverso i social. Una persona perbene, un uomo buono e attivo, un amico e un collega leale e sempre disponibile, è così che lo descrivono quanti lo hanno conosciuto e apprezzato. Gino Di Loreto lascia la moglie Luciana, infermiera presso l’ospedale di Avezzano e due figli, di 9 e 12 anni, stretti in queste ore dall’abbraccio dell’Amministrazione comunale e di tutta la comunità. Alla famiglia tutta le condoglianze della redazione di Terre Marsicane.




Lascia un commento