Scale antincendio mancanti, non a norma o non sicure, a Tagliacozzo cresce la preoccupazione tra i genitori



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Tagliacozzo. La preside Patrizia Marziale ha spostato alcune classi della scuola primaria di Tagliacozzo Bevilacqua al piano terra. Si tratta della classi dei bambini della prima elementare.

Ufficialmente la motivazione della dirigente scolastica sarebbe che le aule erano disponibili ma andavano solo ripulite e liberate da carte e scatoloni ma questo non è bastato per tranquillizzare i genitori. In questi giorni, infatti, tra le mamme e i papà dei bambini, soprattutto tramite le chat di whatsapp si è scatenata la polemica, legata al fatto che nella scuola c’è una scala antincendio (quella della foto), che non sarebbe sicura. Alcuni genitori riferiscono che la documentazione che attesti la non sicurezza della scala sia già stata acquisita dal Comune ma l’assessore Manuela Marletta smentisce.

A Tagliacozzo, già da qualche mese è stato istituito un comitato dei genitori, con a capo Andrea Lupi, i cui rappresentanti già in qualche occasione hanno fatto sentire il loro dissenso o quantomeno la loro preoccupazione. Molti sopralluoghi sono stati fatti alle scuole, già a partire da agosto.

La scala esterna, utilizzata nei piani di emergenza delle scuole, per lasciare l’istituto in sicurezza, alla scuola Tantalo non esiste e all’Argoli non è a norma, non è stata collaudata,

Per capire cosa sta accadendo e come poter in qualche modo rassicurare i genitori, preoccupati per la sicurezza dei proprio figli, molti anche molto piccoli, ieri pomeriggio abbiamo intervistato l’assessore all’Edilizia scolastica, Manuela Marletta.

“I bambini sono stati spostati dal piano superiore al piano terra perché la preside ha liberato delle aule che prima erano piene di scartoffie e quindi la dirigente ha pensato bene di spostare gli studenti perché è anche più comodo per i bambini stessi non portarli al piano superiore”, spiega Marletta, “per quanto riguarda la scala non ci è ancora pervenuta nessuna comunicazione scritta né da parte dei vigili né da parte di nessuno.

Per quanto riguarda la scala della scuola Argoli il fatto che non sia a norma è stato documentato dall’ufficio tecnico, c’è un problema di collaudo, la scala la stiamo sistemando. Per la Tantalo non è mai stata realizzata”.

L’assessore spiega anche che nelle opere triennali è stato inserito questo tipo di lavoro per le scuole.

Intanto a Sante Marie, la palestra dei bambini della scuola primaria, è stata chiusa. Pare che il problema sia legato al riscaldamento e a un cattivo funzionamento dell’impianto dei termosifoni. Fatto sta che la palestra non dovrebbe riaprire prima di aprile.

AGGIORNAMENTO SU SANTE MARIE:

A seguito dell’articolo di Terremarsicane il Comune di Sante Marie ci ha inviato una nota dal titolo: Notizia falsa su palestra chiusa nella scuola primaria

Da quanto appreso in un sito locale si afferma di una palestra chiusa nel Comune di Sante Marie. In particolare si parla del mal funzionamento dell’impianto di riscaldamento. Ciò avrebbe portato alla chiusura fino ad aprile della palestra della scuola primaria di Sante Marie.
“Questa notizia è priva di fondamento”, ha spiegato l’assessore alla Scuola, Anatolia Morelli, “è crea allarme sociale in un momento delicato per il mondo della scuola e per quanto riguarda la sicurezza dei bambini. Non capiamo la natura di tali affermazioni che risultano totalmente infondate e che nel periodo di iscrizioni al nuovo anno scolastico danneggiano l’immagine della Lombardo Radice, scuola sicura e all’avanguardia per l’offerta didattica. Le notizie andrebbero verificate soprattutto quando si parla di argomenti come questi che interessano le comunità, i genitori e i bambini”.

Questa mattina abbiamo provato a contattare il Comune ma non ci sono state fornite informazioni utili sulla palestra della scuola elementare.

Nel pezzo di Sante Marie è stato utilizzato il condizionale e l’anonimo in quanto la segnalazione del fatto che la palestra abbia problemi con il riscaldamento ci è stata sollecitata dai genitori di bambini piccoli e pertanto, per deontologia, è rigoroso mantenere l’anonimato.

Questo il messaggio inviato ai genitori prima delle vacanze invernali da una rappresentante di classe:

Scale antincendio mancanti, non a norma o non sicure, a Tagliacozzo cresce la preoccupazione tra i genitori

A seguito della nota inviata dal Comune abbiamo provato a contattare l’assessore Morelli al telefono per chiarire la vicenda ma non ci ha risposto.

AGGIORNAMENTO SU TAGLIACOZZO

Nel 2014 l’ingegnere Angelo Motta di Tagliacozzo ha redatto una relazione dettagliata in cui è presente anche la scala citata nel nostro articolo.

Eccone un’immagine:

Scale antincendio mancanti, non a norma o non sicure, a Tagliacozzo cresce la preoccupazione tra i genitori

 

 




Lascia un commento