Santa Croce, Lolli e Flacco convocati in procura. Ecco la denuncia di Colella ai lavoratori



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Canistro. Tra poche ore saranno ascoltati dal procuratore capo di Avezzano, Andrea Padalino, Iris Flacco, dirigente della Regione e Giovanni Lolli, vice presidente della Regione.

Anche la procura di Avezzano vuole vederci chiaro sull’elaborazione del bando che ha prima dato la concessione dell’acqua all’azienda Santa Croce di Camillo Colella e che poi l’ha revocata. Gli inquirenti vogliono accertare se tutto è stato fatto secondo la legge.

Nel pomeriggio, invece, ci sarà un vertice in prefettura all’Aquila, per coordinare l’ordine pubblico a Canistro, dove i lavoratori stanno continuando a fare sciopero. Il presidio andrà avanti fino a sabato a mezzanotte. Almeno fino a quanto comunicato sabato scorso.

Intanto la testata Terremarsicane è entrata in possesso dell’esposto presentato in procura dall’imprenditore molisano Colella che ha denunciato i lavoratori che gli impediscono di far uscire dallo stabilimento le materie prime.

Ecco di seguito il documento in esclusiva:esposto-colella2-003 esposto-colella2-004 esposto-colella2-005 esposto-colella2-006

[vc_row][vc_column][td_block_21 custom_title=”Leggi anche” post_ids=”155856,155640,155535,155421,” limit=”4″][/vc_column][/vc_row]




Lascia un commento