Sanità, Sospiri e Angelosante e il cronoprogramma delle meraviglie, Guerino Testa lo legge a modo suo

Avezzano – Come se non bastasse la confusione dilagante sulla sanità abruzzese, giovedì pomeriggio, il consigliere regionale della Lega, Simone Angelosante, e il presidente del Consiglio Regionale Lorenzo Sospiri, hanno pubblicato, quasi contemporaneamente, una slide estrapolata da un documento della Presidenza del Consiglio dei Ministri, innescando, forse involontariamente, ulteriore confusione.

Ma anche Guerino Testa, (Fdi) non è stato da meno. «L’Abruzzo risulta essere la seconda regione in Italia per rapidità sugli interventi inerenti la riorganizzazione della rete ospedaliera covid. Un dato di fatto, come attestato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, che conferma ancora una volta, la concretezza delle azioni messe in campo dal governo regionale sul fronte dell’emergenza sanitaria.» Queste le sue parole.

Sulla slide era riportato un grafico che riguardava i cronoprogrammi dei piani di riorganizzazione della sanità, che le regioni avevano comunicato al Governo, ponendo come ipotetico avvio dei lavori, agosto 2020. La tabella è stata apparecchiata partendo dalla Basilicata, al primo posto dell’elenco ma priva di grafico, perché forse a quella data, non aveva ancora comunicato il proprio programma.

A scendere tutte le altre regioni, secondo un ordine che partiva dal cronoprogramma più breve per arrivare a quello più lungo. Insomma, una tabella che illustrava semplicemente un’ipotesi di lavoro, è stata pubblicata dai due esponenti politici, alleati di governo, a dimostrazione della presunta efficienza del governo regionale.

«Con la Basilicata squalificata, dopo le Marche, siamo al secondo posto, mica da buttare!» Avranno pensato Angelosante e Sospiri, i quali, hanno interpretato l’istogramma come una classifica del campionato di Serie A. Però tutti sanno che le classifiche dei campionati di calcio, esprimono risultati a consuntivo, rappresentano dati acquisiti, mentre la classifica che loro hanno sbandierato come efficienza del fare, è solo una classifica delle buone intenzioni, e già sarebbe qualcosa.

Resosi conto dell’accaduto, Simone Angelosante, dopo qualche minuto, ha rimosso il suo post, mentre Lorenzo Sospiri, ha ritenuto di dover puntualizzare ulteriormente la fondatezza di quanto aveva espresso, commentando un’osservazione dell’ex consigliere regionale Maurizio Di Nicola, a cui non era sfuggita la boutade.

Il presidente del Consiglio Regionale, ha rivendicato orgogliosamente il secondo posto in classifica della Regione Abruzzo, che probabilmente, nella classifica di chi la racconta meglio, merita senz’altro la piazza d’onore. Per la cronaca, in fondo alla classifica, Lombardia, Lazio e Friuli Venezia Giulia, retrocedono in Serie B