San Benedetto, trovato con “le mani nel sacco” il responsabile dell’abbandono della “busta selvaggia”



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

san-benedettoSan Benedetto dei Marsi. “E’ STATO PRESO CON LE MANI NEL SACCO (…DELLA SPAZZATURA!) IL CITTADINO CHE HA CREATO UNA MINI DISCARICA ABUSIVA IN VIA DELLE NOCELLE!”.

Lo ha scritto questa mattina, Francesco Raglione, presidente del consiglio comunale di San Benedetto dei Marsi, sulla bacheca di Facebook.

“Dopo diverse segnalazioni sulla presenza di una piccola discarica abusiva in via delle Nocelle (traversa di via Corbella che collega San Benedetto dei Marsi a Pescina), ieri abbiamo provveduto ad un’operazione di bonifica”, ha continuato Raglione, “durante le operazioni di pulizia, tramite il ritrovamento di diversi documenti, quaderni, cassette tv, appunti e quant’altro, è stato possibile risalire al cittadino (volutamente con la “C” minuscola perché senza senso civico) che ha creato tale discarica a cielo aperto. La Nostra Amministrazione ha chiesto ai Vigili Urbani di elevare la sanzione massima, prevista per Legge, al creatore della discarica e, se possibile, di addebitare allo stesso la paga degli operai che hanno impegnato la loro mattinata alla pulizia del luogo ed il prezzo di smaltimento di detti rifiuti”.

“Ci impegniamo ogni giorno per mantenere pulito il nostro paese e per cercare di abbassare le tasse sui rifiuti…poi accadono queste cose e davvero cadono le braccia”, ha concluso il presidente del consiglio comunale, “Tant è ma non molliamo, anzi, più qualcuno sporcherà, più noi ci impegneremo per pulire! A volte, verrebbe voglia di fare un manifesto con i nomi di queste persone, anche se per la legge sulla privacy non è possibile; sarebbe davvero giusto ed utile “mettere in piazza” queste persone…nel vero senso della parola!”




Lascia un commento