Rubata una chiocciola rossa, opera Cracking Art, collocata in centro ad Avezzano



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Avezzano – La Cracking Art è stata molto apprezzata dai marsicani, e non solo. Si tratta di una forma d’arte innovativa, colorata, anticonvenzionale e mai vista prima, non da noi, almeno. Ma c’è qualcuno che, forse, ha mostrato di “amare” fin troppo questi pezzi d’arte tanto che ha pensato fosse bello portarsene a casa uno.

Qualche giorno fa, infatti, una delle varie chiocciole, sparse per il centro di Avezzano, è stata rubata. Si tratta di una chiocciola rossa che era collocata in Via Benedetto Croce, all’ingresso della nuova sede della Fondazione Terzo Pilastro Internazionale che, tra l’altro, ha promosso proprio la mostra “Cracking Art. Sculture a colori” presso l’Aia dei Musei.

Attorno al luogo del furto, per fortuna, sono posizionate diverse telecamere di sorveglianza i cui filmati verranno consegnati alle forze dell’ordine per procedere all’identificazione del ladro o dei ladri. Non può trattarsi della solita “ragazzata“, si tratta, più realmente, di furto di un’opera d’arte e si tratta di un reato. Restituire la chiocciola potrebbe, in questi casi, essere la cosa migliore da fare.