Rispetto della quiete pubblica, il Comune di Pescasseroli vieta l’uso di strumenti di cantiere che producono rumore



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Pescasseroli – Con apposita ordinanza, la n. 4/2021, il sindaco di Pescasseroli, Luigi La Cesa, ha stabilito il divieto di utilizzare strumenti di cantiere rumorosi per il periodo estivo, per l’esattezza dal 9 al 25 agosto. L’intento del primo cittadino è quello di preservare la quiete pubblica delle persone che, soprattutto in questo periodo dell’anno, vogliono trascorrere un periodo di vacanza nel famoso centro marsicano.

Come si evince dal testo del dispositivo, molti strumenti utilizzati nei cantieri, oltre a produrre rumori fastidiosi, possono emettere anche polveri sottili capaci di pregiudicare la salute pubblica. Per questa ragione, con tale ordinanza, viene “inibito l’utilizzo di percussori a scoppio, martelli pneumatici vari, frollini, betoniere, motoseghe, seghe a motore per il taglio della legna ad uso civico, tramogge per la frantumazione di materiale inerte. Sono altresì inibite gettate in cemento, scavi di cantieri e movimento terra, le autobetoniere e le ruspe meccaniche anche se gommate, le macchine taglia erbe da giardino“.