Rischio valanghe: giornata dimostrativa ARTVa (Apparecchio di Ricerca dei Travolti in Valanga) a Campo Imperatore



Abruzzo – Si è svolta a Campo Imperatore la manifestazione conclusiva della stagione 2021-2022 del campo di esercitazione ARTVa (Apparecchio di Ricerca dei Travolti in Valanga) “Gran Sasso d’Italia” del Club Alpino Italiano. Il Campo, basato su tecnologie della azienda specializzata Ortovox, è stato realizzato e finanziato dal Servizio Valanghe Italiano, che lo ha affidato alla gestione e alla cura della Sezione aquilana del Club Alpino Italiano.

Nel corso della stagione invernale che si conclude, il Campo ARTVa è stato utilizzato dalle Scuole di Alpinismo e Scialpinismo del CAI, da personale dei Carabinieri Forestali, militari del 9° Reggimento Alpini, oltre che dalle strutture di Soccorso Alpino del CAI e della Guardia di Finanza. Il Campo, unica installazione del genere al di sotto dell’arco alpino, risulta essere estremamente utile per migliorare il livello di esperienza con uno strumento indispensabile per chi pratica attività in ambiente innevato, da utilizzare nell’autosoccorso, nel malaugurato caso di coinvolgimento in incidenti da valanga.

Alla giornata odierna hanno preso parte i rappresentanti degli Organi Tecnici che hanno usufruito del Campo ARTVa per le loro esercitazioni: i Carabinieri Forestali del Servizio Meteomont con il loro Comandante, il Comandante del 9° Reggimento Alpini, il CNSAS – Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico, i Direttori delle Scuole di Alpinismo e Scialpinismo “Nestore Nanni” e “Gran Sasso”, i Responsabili della Commissione Escursionismo e della Scuola Sezionale di Escursionismo “Pietrostefani” del CAI L’Aquila, il Direttore della Scuola Nazionale SVI e il Presidente dello stesso SVI – Servizio Valanghe Italiano, oltre al personale dell’Agenzia dei settori prevenzione ed emergenze.

Fonte: Regione Abruzzo


Leggi anche