domenica, 23 Giugno 2024
Home Attualità Rischio chiusura per il bar dell’ospedale di Avezzano: 10 dipendenti potrebbero restare senza lavoro

Rischio chiusura per il bar dell’ospedale di Avezzano: 10 dipendenti potrebbero restare senza lavoro

"La Filcams-CGIL dell'Aquila richiede un incontro urgente riguardo la gestione del bar dell'ospedale di Avezzano, per prevenire una crisi occupazionale."
A+A-
Reset

Avezzano – La Filcams – CGIL dell’Aquila scrive alla Asl 1 per chiedere un incontro urgente in merito al servizio di gestione del bar dell’ospedale di Avezzano. L’obiettivo è quello di scongiurare una grave crisi occupazionale e concordare strategie attraverso le quali garantire la continuità nel lavoro del personale impiegato nel servizio.

“La gestione del servizio bar – si legge nella missiva – è in scadenza il giorno 10 febbraio 2024 e, da interlocuzioni occorse con l’azienda uscente, sembrerebbero non esserci i presupposti affinché l’attuale ditta possa continuare nella gestione del servizio, nonostante la richiesta di prosecuzione avanzata dalla ASL 1. Esprimiamo la nostra forte preoccupazione circa il futuro di un appalto che impiega da anni 9 tra lavoratrici e lavoratori che, nel perdurare di questa situazione, vedono il proprio lavoro a rischio”.

Nell’ospedale di Avezzano, dal 15 febbraio del 2015, è presente un bar interno gestito dalla Ditta ItacaRistorazione e servizi s.r.l., vincitrice della gara di appalto.

“La gara prevedeva – ci raccontano i gestori – un pagamento mensile importante in termini economici che prevedeva la vendita esclusiva di tutti i prodotti gastronomici e anche l’istallazione dei distributori automatici. Purtroppo lo scorso anno è stata fatta una nuova gara per i distributori e vinta da una nuova ditta. In questo modo, la Asl prende soldi sia da chi gestisce il bar sia da chi gestisce i distributori. Praticamente, ci siamo ritrovati metà degli incassi e l’affitto raddoppiato. Inoltre, è stata aperta una mensa per dipendenti Asl, ma di fatto questa è accessibile a tutti, e anche questo ha contribuito a far perdere clienti al bar.

Dal 2020, abbiamo chiesto alla Asl di abbassare l’affitto ma, nonostante abbiamo dimostrato che l’ospedale era praticamente vuoto, non abbiamo ottenuto nulla. Gli incassi del bar dal 2020 ad oggi sono diminuiti del 30%, con picchi del 70% nel periodo della pandemia. Gli incassi dei distributori sono venuti a a mancare in quanto la gestione è stata affidata ad altra ditta. Ad Avezzano, si rischia la chiusura totale del bar dell’ospedale. Il contratto scadrà il 15 febbraio, ma tra l’altro sono previsti dei lavori che potrebbero durare mesi. I 10 dipendenti, preoccupati per la loro sorte, chiedono, attraverso il sindacato, un incontro con i rappresentati della ditta Itaca e della Asl. La Itaca ha dato la disponibilità, ma la Asl non risponde. Gli stessi chiederanno a breve un incontro con il Prefetto e proclameranno lo stato di agitazione”.

necrologi marsica

Don Giovanni Cosimati

Casa Funeraria Rossi

Casa Funeraria Rossi

Ultim'ora