Riapertura P.P.I. Pescina, Asl 1: “Interesse concreto e attuale di avvalersi dell’ex presidio”



San Benedetto dei Marsi – La ASL 1 Avezzano-Sulmona-L’Aquila ha risposto alla richiesta di riattivazione del P.P.I. di Pescina avanzata dal sindaco di San Benedetto dei Marsi, Quirino D’Orazio. Il Direttore Generale, Roberto Testa, il Direttore Amministrativo, Stefano Di Rocco, ed il Direttore Sanitario, Maria Simonetta Santini, con la loro nota prot. n. 0059688 del 17-03-2020, hanno così risposto:

“Si riscontra la Sua nota di pari oggetto per prendere atto come sia di tutta evidenza la motivazione che ha imposto a questa Direzione di disporre la chiusura del P.P.I. di Pescina. Ciò premesso, si rileva come le fondate ragioni che hanno portato a questa decisione, che ha il carattere della temporaneità e della provvisorietà, siano soggette indissolubilmente alla evoluzione delle criticità emerse in quel territorio e della situazione di emergenza, che impone alla nostra Azienda un approfondimento valutativo in ordine al migliore e più razionale utilizzo delle Strutture sanitarie a disposizione per far fronte alle innumerevoli e gravi problematiche che impattano pesantemente sulla salute degli utenti-cittadini e del personale sanitario. Pertanto, si conferma un interessa concreto e attuale di questa direzione teso ad avvalersi dell’ex presidio ospedaliero di Pescina in relazione all’andamento dell’emergenza Covid-19 e alle politiche sanitarie che saranno poste in essere dallo Stato e dalla Regione.Sa rà mia cura informare tempestivamente la S.V. e le Autorità amministrative del territorio interessato sulle risoluzioni che si assicura saranno a breve”.

“Vedremo insieme- commenta D’Orazio – quali saranno queste risoluzioni che a breve saranno adottate. Mi auguro e spero che, per quello che sta succedendo nella Marsica Est, appena terminato il periodo di quarantena del personale, si possa riavere la riapertura del nostro PPI. Personalmente sto portando avanti con molta forza questa battaglia e sono convinto che dall’altra parte ci siano persone che hanno a cuore le nostre sorti. Me lo auguro e ce lo auguriamo tutti, con tutto il cuore”.