“Resto al Sud”, nel Mezzogiorno arrivano gli incentivi per l’imprenditoria giovanile



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Avezzano – Si chiama “Resto al Sud” la nuova misura, gestita da Invitalia, che prevede incentivi per i giovani tra i 18 e i 35 anni che hanno avviato o intendono avviare attività imprenditoriali nelle regioni del Mezzogiorno, Abruzzo compreso. La nuova agevolazione, prevista dal cosiddetto “decreto Sud” (pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 20 giugno e in vigore dal 21 giugno), sarà resa operativa con successivo Decreto del Ministro
per la Coesione territoriale, di concerto con il Ministro dell’Economia e con il Ministro della
Sviluppo Economico.

Se non si dispone di mezzi propri per avviare un’attività è previsto un finanziamento massimo di 40mila euro (e nel caso di società è possibile richiedere 40mila euro per ogni socio che rispecchia i requisiti e fino ad un massimo di 200.000 euro). Il finanziamento è costituito da un 35% a fondo perduto e il rimanente 65% a tasso zero da restituire in otto anni. L’agevolazione riguarda le attività imprenditoriali relative alla produzione di beni nei settori dell’artigianato, dell’industria, della pesca e dell’acquacoltura, ovvero relative alla fornitura di servizi, ivi compresi i servizi turistici.

Sono invece esclusi dal finanziamento le attività libero professionali e del commercio, ad eccezione della vendita dei beni prodotti nell’attività dell’impresa. Le domande di accesso ai finanziamenti potranno essere presentate, fino ad esaurimento dei fondi, in via telematica a Invitalia, che avrà a disposizione un tempo di 60 giorni per valutare le
proposte. Per informazioni più dettagliate e per la redazione e l’invio delle domande di ammissione al finanziamento contattare la Dott.ssa Susanna Filipuzzi al n. 0863-411899 oppure scrivere una mail all’indirizzo: avezzano@confcommercioaq.it.




Lascia un commento