Prima l’abbandono della scuola, poi la ripresa degli studi e oggi il diploma con 100 e lode. L’incredibile storia dell’avezzanese Lorenzo Parente

Avezzano – Grande gioia e soddisfazione per la famiglia di Lorenzo Parente, il giovane di Avezzano che si è diplomato presso l’I.I.S. “E. Majorana” di Avezzano, indirizzo Elettronico, conseguendo la votazione di 100 e lode.

Un traguardo che indubbiamente non può che regalare indescrivibili sensazioni a tutte le famiglie che ne diventano protagoniste. Tuttavia la “storia” di Lorenzo Parente è singolare e potrebbe forse rappresentare uno stimolo e una speranza per tutti gli studenti che incontrano delle difficoltà, tali da portare all’abbandono della scuola e alla conseguente dispersione scolastica.

Lorenzo nel primo biennio della scuola secondaria di secondo grado inizia a provare, come a volte succede, una sorta di estraneità nei confronti della vita scolastica. Alla base, forse, l’immotivata paura di non essere all’altezza e pian piano si allontana sempre più dalla scuola fino ad arrivare al suo abbandono, una scelta che sembrava irreversibile. Un giorno però esprime il desiderio di riprendere il percorso scolastico, destando molto stupore nei suoi genitori e dando un’unica e lapidaria motivazione: “voglio diplomarmi con 100 e lode!”. Un proposito che ovviamente viene interpretato dai familiari come una battuta di spirito piuttosto evasiva per non dover incorrere in altre spiegazioni.

Ma sono bastati i primi giorni di scuola per far comprendere agli insegnanti e ai compagni che Lorenzo non era più quello di prima. Ha iniziato a collezionare il massimo dei voti nella maggior parte delle discipline diventando un punto di riferimento per la classe, con la quale instaura un rapporto di umiltà e disponibilità.

Nel tempo si è poi distinto nelle innumerevoli attività pomeridiane ed extrascolastiche che da sempre contraddistinguono il “Majorana” di Avezzano, soprattutto per quanto riguarda la Robotica, autentico fiore all’occhiello dell’Istituto Tecnico avezzanese, conquistando con i suoi compagni e i suoi insegnanti prestigiosi riconoscimenti a livello nazionale.

Quella che sembrava una sua espressione ironica oggi si è rivelata invece un audace obiettivo pienamente raggiunto da Lorenzo con grande spirito di sacrificio e totale abnegazione.

Auguri Lorenzo e grazie per averci ricordato ancora una volta che: “Più grande è la lotta e più glorioso è il trionfo”, come dice Mister Mendez, nel famoso cortometraggio “Il circo della farfalla”.