Presentato presso l’Istituto “Galilei” di Avezzano il progetto Hackathon: appuntamento a Pescasseroli i giorni 5, 6 e 7 maggio



Avezzano – Per tre giorni, 5, 6 e 7 maggio 2022, Pescasseroli, il paese dove Benedetto Croce nacque, sarà teatro dell’evento conclusivo del progetto Hackathon (#benedettocrocereadHACK), finanziato dal Ministero dell’Istruzione e dedicato alla Comunicazione Digitale per implementare la promozione del Premio Nazionale di Cultura B. Croce, che si svolge da 17 anni nella capitale del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise.

Titolare del progetto è l’Istituto di Istruzione Superiore Galileo Galilei di Avezzano, che ha presentato il progetto in quanto sede di Giurie popolari del Premio a partire dal 2013, con il sostegno del Comune di Pescasseroli. Il progetto avrebbe dovuto svolgersi già nel 2019. Poi la pandemia e le restrizioni conseguenti provocarono il rinvio dell’evento. Oggi, con la fine dell’emergenza, gli organizzatori hanno fissato la data definitiva dello svolgimento delle giornate conclusive. L’evento si svolgerà nella prudenza che la situazione emergenziale, non ancora terminata del tutto, consiglia. All’evento parteciperanno alunni e docenti di 30 scuole sedi delle Giurie popolari del Premio Croce, 27 abruzzesi e 3 di altre parti d’Italia (Carpi, Siena e Candela) ognuna con un alunno e un docente.

Le giornate finali sono state precedute da otto laboratori di formazione su tematiche legate alla storia e la vita del filosofo e alle metodologie innovative di comunicazione, che si sono svolti tra gennaio e marzo scorsi. Esse prevedono la formazione di cinque gruppi di lavoro che elaboreranno ognuno una proposta che verrà sottoposta al giudizio di una giuria qualificata che indicherà la proposta vincitrice, la più innovativa e stimolante in tema di implementazione della comunicazione digitale del Premio Croce di Pescasseroli.

Ma saranno anche giornate durante le quali i partecipanti, che alloggeranno in strutture alberghiere messe a disposizione dall’associazione Albergatori, avranno la possibilità di visitare Palazzo Sipari, dove Croce nacque, gestito dalla Fondazione Erminio e Zel Sipari; di immergersi all’interno del centro visite, di guardare la mostra “Arte Parco” e quella relativa al prossimo centenario del Pnalm; di ascoltare, nello scenario suggestivo della Basilica di S. Pietro e Paolo, le melodie della tradizione orale e musicale di Pescasseroli e non solo, con la partecipazione del Coro Decima Sinfonia di Pescasseroli e delle esibizioni di Bianca D’Amore e Sabrina Cardone. Un appuntamento quindi tra cultura e turismo, una occasione per la promozione del paese che gli organizzatori mettono a disposizione di Pescasseroli e dell’area del Pnalm ed un riconoscimento istituzionale da parte del Ministero allo spazio che ormai il Premio Nazionale di Cultura B. Croce si è ritagliato nell’ambito della cultura nazionale.

Comunicato stampa


Leggi anche