Pnalm: strade dissestate, costituito il Comitato Territoriale dell’Alto Sangro



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Marsica – Si è costituito un Comitato Territoriale dell’Alto Sangro con una rappresentanza delle comunità di Alfedena, Barrea, Civitella Alfedena, Opi, Pescasseroli e Villetta Barrea che, stanche di aspettare una risposta da chi si dimostra non essere in grado di assicurare la manutenzione delle strade, esige un intervento immediato ai fini della sicurezza dei cittadini e dei turisti. Sembra che sia in atto in questo periodo un passaggio di competenze per la manutenzione delle strade dalla Regione/ Provincia all’ANAS. Questo tuttavia non esime il Governatore Regionale, il Presidente della Provincia, i Servizi competenti dall’ effettuare immediatamente il pronto intervento per la riparazione della strada regionale n.83 e delle strade dell’Alto Sangro.

Il Comitato Territoriale Alto Sangro intende quindi:

  • richiedere l’immediato pronto intervento della SR 83 e delle strade dell’Alto Sangro, senza il quale minaccia di avvalersi di forme di pressione dell’opinione pubblica quali il blocco della strada Marsicana durante le festività pasquali e una capillare campagna stampa sulle inefficienze dolose degli Enti competenti
  • farsi carico di richiedere indennizzi agli Enti competenti per i danni alle macchine e alle persone sopportati a causa della scarsa manutenzione delle strade, con una CLASS ACTION coordinata dalle associazioni dei consumatori
  • – creare un Osservatorio sul dissesto del territorio (strade, frane ecc) e richiedere alla Regione il finanziamento di Progetti gestiti da giovani professionisti del territorio (geologi, ingegneri idraulici, architetti paesaggisti ecc) e da imprese locali in grado di assicurare una corretta manutenzione del territorio
  • promuovere un incontro pubblico con i Sindaci e gli Enti preposti alla manutenzione delle strade per essere tutti informati sulla spesa pubblica  che viene finalizzata alla manutenzione delle strade dell’Alto Sangro e su quante e quali figure lavorative siano presenti assiduamente nelle strade dell’area
  • denunciare ulteriori gravissime emergenze del territorio quali la scarsa operatività della connessione Internet, discontinua e lenta, i ritardi della Banda larga, l’insufficienza e/o la bassa qualità di molti servizi pubblici alle persone (servizi scolastici, sanitari, sociali, di trasporti ecc) a fronte di costi uguali o addirittura maggiori di altre aree italiane ed europee caratterizzate da reti di servizi adeguati per quantità e qualità.

VIVERE NELLE NOSTRE MONTAGNE DIVENTA SEMPRE PIU’ DRAMMATICO, I CITTADINI DELL’ALTO SANGRO ESIGONO DALLE ISTITUZIONI RISPOSTE EFFICACI E TEMPESTIVE AI LORO PROBLEMI!




Lascia un commento