Pecore sgozzate e dilaniate, allarme lupi sulla montagna di Pescina



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Pescina. Una decina di pecore morte, con enormi ferite sul corpo. Un’altra decina è ancora dispersa.

E’ allarme nel parco Sirente Velino, in località Giurlanda, sulla montagna di Pescina. Si teme che il gregge sia stato attaccato dai lupi.

A raccontare quanto accaduto è l’assessore all’Agricoltura del Comune di Pescina, Tiziano Iulianella, proprietario del gregge, che dopo una giornata di perlustrazione in montagna ha potuto constatare quanto accaduto.

L’imprenditore-allevatore di primo mattino ha raggiunto la sua azienda che si trova in località Scannacapra. Qui ha trovato un’ampia parte della rete di recinzione staccata e tranciata, probabilmente rotta dalle pecore spaventate che sono scappate.

“Circa cento pecore sono uscite dallo stazzo”, racconta Iulianella, “per tutto il giorno le ho cercate in montagna. Una decina l’ho ritrovata, erano sgozzate e dilaniate e per questo ho subito richiesto l’intervento della Forestale e del Parco. Sul posto sono arrivati gli agenti di Celano e il veterinario del parco, Giuseppe Cotturone. Il personale intervenuto mi ha spiegato che potrebbe trattarsi dell’attacco di un branco di cani randagi ma da queste parti si sarebbero notati”.

“Una decina di animali sono ancora dispersi”, conclude Iulianella, “invito tutti gli allevatori che hanno il gregge in montagna di stare attenti e di monitorare la situazione. Ringrazio il Parco e la Forestale per la tempestività dell’intervento e la disponibilità”.

 

 




Lascia un commento