Parte da Alba Fucens il primo cicloviaggio nell’archeologia in Abruzzo 



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Alba Fucens – I prossimi 15, 16 e 17 Giugno si terrà in Abruzzo il primo esperimento di sinergia tra bicicletta ed archeologia, con il Patrocinio della “Soprintendenza archeologia, belle arti e paesaggio dell’Abruzzo” di Chieti.

Un cicloviaggio nel mondo nascosto dei popoli italici: i sanniti, i marsi e i peligni; quei valorosi popoli dell’Appennino centrale che si unirono per costruire il loro sogno di libertà e per combattere la prepotenza romana.

Questo tour si svolge nella parte interna dell’Abruzzo; si attraversano le valli e i monti della Marsica, della Conca Peligna e delle terre dei Sanniti.

La sensazione è quella di vivere un viaggio nella storia che racconta l’origine di una nazione e l’essenza di un’identità persa nei secoli, svelando quella che era la “Prima Italia”.

L’idea nasce da un libro di Nicola Mastronardi giornalista pubblicista molisano che con il suo primo romanzo storico sui popoli italici ha voluto restituire all’Italia un tassello prezioso del suo essere nazione. Il titolo del libro è “VITELIU’. Il nome della libertà”, e Viteliù è il termine osco da cui derivò la parola latina “Italia”.

Il ciclo-tour si svolge su strade poco trafficate e molto panoramiche. Il percorso è ondulato e dedicato a chi ama la bicicletta in tutte le sue forme; il ritmo è lento ed è possibile fermarsi a visitare i luoghi di interesse archeologico e fare anche qualche foto. A fianco dei ciclisti ci sarà un collaboratore dell’organizzazione che seguirà in bici tutto il percorso. Le tappe sono di circa 60 km, e pur non presentando salite troppo impegnative sono adatte solo a chi usa regolarmente la bici.

“Abbiamo proposto questa attività alla Soprintendenza di Chieti. L’interesse mostrato è stato notevole e abbiamo ricevuto quasi immediatamente il patrocinio per l’evento”. Nel nostro tour di tre giorni ci guiderà la cooperativa archeologica LIMES di Avezzano che nell’ambito della ricerca archeologica e geologica nel territorio abruzzese ha una notevole esperienza di lavoro. A breve si terrà una presentazione ufficiale dell’evento in collaborazione con la Soprintendenza e in questa occasione ci auguriamo di avere la presenza dell’autore del libro il Sig. Mastronardi” dichiara il Sig. Ginello Cimini, l’organizzatore della manifestazione.

Per chiunque voglia avere informazioni può rivolgersi al n. tel. 335.1343638. (G.L.)

Parte da Alba Fucens il primo cicloviaggio nell’archeologia in Abruzzo 




Lascia un commento