sabato, 17 , Aprile
spot_img

Prima pagina

Padre accusato di aver sequestrato il figlio, assolto

Avezzano – Era accusato di aver sequestrato suo figlio, che all’epoca dei fatti era solo un bambino, ma è stato assolto dal giudice del tribunale di Avezzano, Marianna Minotti, “perché il fatto non sussiste”. L’uomo, G.A, 61 anni, era stato rinviato a giudizio nel 2013 con l’accusa di sequestro di persona, lesioni personali e maltrattamenti in famiglia. Per questi ultimi due reati è stata dichiarata l’estinzione per intervenuta prescrizione.

I fatti contestati risalgono al luglio 2010 quando G.A., dopo aver tagliato la strada con il suo furgone all’auto su cui viaggiava la compagna insieme ad un’amica e al bambino, avrebbe afferrato quest’ultimo e lo avrebbe portato via. Nel farlo, avrebbe percosso la madre di suo figlio e la sua amica che cercavano di opporsi. Quest’ultima si sarebbe anche aggrappata allo sportello del furgone e, trascinata per alcuni metri, avrebbe riportato diverse lesioni.

Padre accusato di aver sequestrato il figlio, assolto
Avv. Luca Motta

Il giudice, dopo aver raccolto numerose testimonianze, è giunto alla conclusione che l’uomo non avrebbe compiuto il reato. Nel corso del processo, è emerso chiaramente che nel 2010 il rapporto tra G.A e la sua compagna fosse abbastanza teso, spesso vi erano discussioni e litigi, poiché lui era nervoso a causa dell’assenza di lavoro e di problemi economici, ma tali discussioni non sarebbero mai sfociate in atti di violenza fisica e, nonostante il periodo difficile, l’uomo si sarebbe dimostrato sempre un ottimo padre. Tanto che, il giorno in cui l’avrebbe portato via dalla madre, il bambino non avrebbe manifestato segni di insofferenza a stare con il padre.

L’imputato era difeso dagli avvocati Luca e Pasquale Motta.

- Advertisement -

Promo Box



segnalate

TERRE MARSICANE VIDEO