Ostetricia e ginecologia Avezzano, Uil Fpl replica alla ASL “Tempi lunghi per avviso pubblico. Assumere subito personale, le vite valgono più di un bilancio”



“La vita di un solo bambino e la salute di una neomamma valgono molto di più di un qualsiasi pareggio di bilancio. L’assunzione di ostetriche per il reparto di Ostetricia e Ginecologia di Avezzano deve essere immediata, perché ci troviamo di fronte a una situazione emergenziale. Conosciamo bene i tempi degli avvisi pubblici che sarebbero troppo lunghi per un grave problema cui va posto invece riparo oggi”. Lo affermano in una nota stampa il segretario provinciale della Uil Fpl Antonio Ginnetti, il responsabile sanità pubblica Uil Fpl Gianfranco Giorgi e il componente di segreteria Claudio Incorvati, replicando alle dichiarazioni del manager della Asl aquilana Ferdinando Romano. “Eravamo ovviamente a conoscenza di questo avviso pubblico per ostetriche che, sebbene sia stato fatto in ritardo, è giusto che venga portato avanti in tempi anche veloci, ma non si può più temporeggiare in un momento in cui donne e bambini hanno bisogno di un’assistenza nell’immediato, senza dimenticare i turni irregolari e massacranti delle ostetriche e le ferie estive ormai alle porte.”

“Per completare la procedura di avviso, peraltro, ivi compresa la presa di servizio delle operatrici sanitarie ci vorranno circa due mesi, pertanto le assunzioni vanno fatte immediatamente per mettere in sicurezza il servizio assistenziale  – aggiungono- Ricordiamo che nell’Unità operativa dovrebbero essere in servizio 14 ostetriche e invece ce ne sono solamente 8.
Proseguono, una situazione gravissima che vede, in alcuni turni, una sola ostetrica in servizio, non rispettando peraltro la legge 161/2014 che disciplina il recupero psicofisico del personale sanitario.  Non si può fare sanità sulla pelle dei lavoratori, pensando solo al risparmio e al bilancio. Finora, grazie al grande spirito di sacrificio del personale, è andato tutto bene. Se dovesse accadere qualcosa, tutti sapranno a chi addebitare le responsabilità”.

Comunicato stampa UIL FPL L’Aquila



Leggi anche