Ortucchio, arriva Di Matteo e promette i fondi per bonificare lo “stabile-discarica”



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Ortucchio – Nel vivo della campagna elettorale, a Ortucchio si torna a parlare della discarica a cielo aperto che si trova nella zona di Borgo Rurale, all’ingresso del paese. Per “rassicurare” i cittadini è arrivato, a sostegno del sindaco Federico D’Aulerio finito al ballottaggio con il suo avversario Raffaele Favoriti, l’assessore regionale con delega ai Progetti speciali territoriali, Donato Di Matteo. Alla presenza di un gruppo di cittadini, D’Aulerio ha illustrato all’assessore la struttura circondata da pile altissime di rifiuti che da dieci anni sorge all’ingresso del paese, a ridosso di un quartiere popoloso, dove la gente non ce la fa più ad affacciarsi alla finestra e vedere un tale scempio.

«Si tratta di una fabbrica adibita allo stoccaggio di materiali plastici e altro», ha detto il primo cittadino, «autorizzata nel 2005 da Comune e Provincia. Quando si iniziò ad accatastare i materiali al di fuori del capannone il Comune fece una serie di esposti per richiedere spiegazioni su quanto stava accadendo. Dopo qualche anno ci fu un devastante incendio doloso e la Procura sequestrò l’intero stabile. Da qui ne nacque un’ingarbugliata vicenda giudiziaria dove finirono sia il proprietario dello stabile, Garbuglia, sia la donna che risultava intestataria della società che gestiva la struttura. Il Comune fece un’ordinanza per intimare all’imprenditore e alla donna di rimuovere i materiali ma una volta subentrata la procura l’amministrazione ha potuto fare ben poco».

«Nel frattempo Garbuglia ha dichiarato fallimento e lo stabile è passato nelle mani di un curatore fallimentare», ha concluso D’Aulerio, «ora chiediamo alla Regione di intervenire in modo da poter concludere una volta per sempre un caso che è diventato annoso e che i cittadini chiedono di poter risolvere».
L’assessore Di Matteo dal lato suo una promessa l’ha fatta. Campagna elettorale o no, ha assicurato un fondo da parte della Regione, per la bonifica dell’area. Ecco le sue dichiarazioni:


VIDEO
Ortucchio e l’intera Marsica ora spettano che questo accada davvero.

 




Lascia un commento