Operazione Pusher, polizia tra i giovani a contrasto dello spaccio di stupefacenti



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Avezzano. Nell’ambito di uno specifico servizio di controllo del territorio finalizzato alla repressione dei reati in materia di sostanze stupefacenti, voluto dalla Direzione Centrale Anticrimine del Dipartimento della P.S. ed esteso a tutte le province, (progetto PUSHER), personale di questa Squadra Mobile, del Commissariato di Avezzano e del Commissariato di Sulmona, nella decorsa settimana ha effettuato, in abito provinciale, numerosi controlli sia su strada che presso i locali pubblici e nei luoghi abituali di ritrovo dei giovani.

Nel corso dell’operazione sono state identificate più di un centinaio di persone e effettuate 18 perquisizioni.

Nell’ambito dei controlli è stato tratto in arresto un venticinquenne, all’interno della cui abitazione, nella camera da letto, sono stati rinvenuti circa 400 grammi di marijuana, di cui la maggior parte contenuta in una pirofila da cucina in plastica ed il resto già diviso in dosi, un bilancino di precisione ed un coltello utilizzato per il taglio.

Sono state, altresì, denunciate in stato di libertà quattro persone trovate in possesso, complessivamente di  gr 44,50 di “marijuana”, gr 27,18 di “hashish” e gr. 1,04 di “cocaina”, occultati sia nei capi di abbigliamento indossati che all’interno delle autovetture di proprietà.

Nel corso dell’attività, inoltre, si è proceduto a segnalare alla locale Prefettura due giovani assuntori trovati in possesso, rispettivamente, di gr. 0,16 di “cocaina” uno e di gr 1,50 di “marijuana” l’altro.




Lascia un commento