Operazione antidroga “Call-off”, partiti i primi interrogatori di garanzia



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Avezzano – Partono oggi i primi interrogatori di garanzia delle 15 persone sottoposte a custodia cautelare (8 in carcere, 6 ai domiciliari ed 1 con obbligo di dimora), accusate a vario titolo di traffico di sostanze stupefacenti nel comprensorio marsicano negli anni 2017 e 2018.

Le misure cautelari sono state emesse, nei giorni scorsi, dal Giudice per le Indagini Preliminari presso il Tribunale di Avezzano su richiesta del Procuratore della Repubblica di Avezzano, dott. Andrea Padalino, nell’ambito dell’Operazione “Call off” condotta dai militari della Compagnia Carabinieri di Avezzano, in collaborazione con le Unità Cinofile dei Carabinieri di Chieti e il  personale della Compagnia Carabinieri di Teramo.

Operazione antidroga “Call-off”, partiti i primi interrogatori di garanzia
Avv. Mario Del Pretaro

Secondo gli inquirenti l’attività di spaccio della droga, principalmente cocaina ed hashish, era una vera e propria “industria della droga” in grado di muovere somme stellari, con piazze di spaccio mobili in tutta la Marsica e con uno schema ben preciso.  In pochi mesi, infatti, sono stati documentati dagli investigatori oltre 1.400 casi di spaccio di stupefacente di vario tipo.

Oggi verrà ascoltato dal Magistrato Youssef Bya, il cittadino di origine marocchina difeso dall’avvocato Mario Del Pretaro in carcere per altri reati.