Oltre 200 manifestanti contro l’impianto di compostaggio. Oggi, a Massa D’Albe, una raccolta firme



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Magliano de Marsi –  “Dichiariamo che le molestie olfattive che il territorio subisce quotidianamente, rendono la vita quotidiana delle persone difficoltosa e disagiata”, è quanto affermato dai cittadini che ieri, 13 ottobre, hanno manifestato contro l’impianto di compostaggio presente a Massa d’Albe.

Il corteo, partito da Magliano dei Marsi in direzione di Massa d’Albe, contava oltre 200 persone. I manifestanti hanno evidenziato, tra l’altro, tutte le criticità che riguardano la procedura autorizzativa che non rispetta il piano Cave, il quale regolamenta tutto il bacino delle cave di Massa d’Albe, di Magliano dei Marsi e di Avezzano. << Chiediamo che la gestione dell’impianto sia fatta con criteri più stringenti riguardo le emissioni dell’impianto di compostaggio>> è stato dunque dichiarato nel corso della manifestazione. Oltre a varie associazioni, hanno partecipato alla manifestazione anche l’assessore regionale Lorenzo Berardinetti e i sindaci di Massa D’Albe, Magliano Dei Marsi e Scurcola.

Ad interessarsi della questione è anche il meetup “Massa D’Alba Amici a 5 Stelle” che per oggi, 14 ottobre, ha organizzato una raccolta firme contro l’impianto di compostaggio nella piazza di Massa D’Albe

Guarda il video

https://www.facebook.com/ciro.sabatino.39/videos/10215447786701404/?t=769

 



Lascia un commento