Nuova edizione esplosiva per “Il Tenente dimenticato” dello scrittore marsicano Mario Cantoresi



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Avezzano – Nuova edizione con il botto per “Il Tenente dimenticato” dello scrittore marsicano Mario Cantoresi. Infatti, dopo soli tre giorni dall’inizio delle prenotazioni, il romanzo che narra della vicenda dell’Ufficiale celanese della Grande Guerra, ha raggiunto il primo posto nelle vendite on-line.

È questo un motivo d’orgoglio per l’intera Marsica visto che sin dalla sua prima uscita datata dicembre 2013, il libro di Mario Cantoresi continua a far parlare di se’. L’autore ha firmato un nuovo contratto con la Casa Editrice Tedesca “Oakmond Publishing” che, tramite uno dei suoi Direttori Editoriali, la Dottoressa Giada Trebeschi, ha curato, del libro, una nuova e più sofisticata veste grafica per conquistare il mercato italiano ed europeo.

Per questo motivo il romanzo del Tenente Cavasinni uscirà ufficialmente il 24 maggio 2018 nelle due versioni in lingua italiana ed in lingua inglese, la cui traduzione è stata curata dalla Dottoressa Daria Alice Manzolini.

Un ulteriore riconoscimento al valore dell’opera letteraria dell’autore marsicano. Il suo romanzo, infatti, nel corso di quasi cinque anni dalla sua prima uscita ha già ottenuto molti consensi.

Il “Tenente Dimenticato” è stato anche interpretato a teatro da Michele Placido nel 2015 ed è stato adottato come testo scolastico in due licei linguistici di Budapest; inoltre, l’autore Cantoresi e gli eredi dell’Ufficiale italiano, sono stati ospiti d’onore dell’Ambasciata Italiana in Ungheria e di quella Ungherese in Italia.

Il “Tenente Dimenticato” è un romanzo che fonde storia e fantasia, dolore e speranza ed è uno scritto che colpisce perché la sua lettura lascia un che di profondo e prezioso nell’anima.

Quella del “Tenente” è una storia vera, riemersa casualmente dai polverosi scaffali della storia, che conquista e commuove e che unisce la Marsica alla Mitteleuropa, entrambe tanto amate dall’autore. Una lettura che tutti, d’ogni età, dovrebbero intraprendere.




Lascia un commento